Angelico Biella – Viola Reggio Calabria, il prepartita

La formazione di Michele Carrea dovrà vedersela con i calabresi; la stella è Alex Legion, esterno classe 1988.

L’Angelico torna a giocare al Biella Forum per il primo match casalingo del nuovo anno. I rossoblù domenica pomeriggio ospiteranno la Viola Reggio Calabria (palla a due alle ore 18.00) intenzionati a dimenticare in campo le tre sconfitte rimediate con Scafati, Casale e Siena nel tour de force degli ultimi dieci giorni. I lanieri vorranno inoltre aggiungere un nuovo tassello al mosaico di vittorie consecutive – otto – raccolte in stagione tra le mura amiche.

L’AVVERSARIO
È una Viola completamente rifondata quella che si è presentata ai nastri di partenza del campionato 2016-2017. Un nuovo presidente, un nuovo Consiglio di Amministrazione, un nuovo coach, un nuovo roster. A luglio, il Club è stato ristrutturato dal punto di vista societario e tecnico. In campo, la stella è Alex Charles Legion. Classe 1988, l’ala americana vanta una grande esperienza nei team dei college statunitensi; ha giocato in Ungheria, Libano, Qatar e Grecia, e in Italia a Roseto, Trapani e Veroli. Il suo innesto ha portato qualità ed esperienza al roster neroarancio. La Società vuole puntare sul Settore Giovanile, a cui ha dato impulso e rinnovamento. Il presidente Monastero e il CdA hanno varato un progetto su base triennale, con l’obiettivo di dare autonomia alla Società e all’Azienda. Una sorta di start up, che dovrà rendere la Viola finanziariamente ed economicamente stabile e ricreare la “cantera” giovanile.
Il quintetto: Caroti, Taflaj, Legion, Radic, Fabi.

I ROSTER
Angelico Biella: 3 Jazzmarr Ferguson, 7 Michael Hall, 12 Federico Massone, 16 Marco Venuto, 18 Luca Pollone, 21 Niccolò De Vico (cap.), 22 Mattia Udom, 23 Matteo Pollone, 24 Carl Wheatle, 27 Luca Rattalino, 32 Amedeo Tessitori, 33 Samuele Pasqualini.
Head coach: Michele Carrea.
Assistant coach: Francesco Viola/Luca Baroni.
Viola Reggio Calabria: 3 Ivica Radic, 4 Celis Taflaj, 7 Ion Lupusor, 8 Alex Charles Legion, 9 Lorenzo Caroti, 10 Agustin Fabi (cap.), 11 Armin Mazic, 18 Tommaso Guariglia, 19 Angelo Guaccio, 22 Roberto Marulli, 34 Marko Micevic, 77 Levan Babilodze.
Head coach: Antonio Paternoster.
Assistant coach: Domenico Bolignano/Pasquale Motta.

GLI EX
Non sono presenti ex nelle fila delle due formazioni.

LA SQUADRA ARBITRALE
Angelico Biella-Viola Reggio Calabria sarà diretta dal Sig. Gianluca Gagliardi di Anagni (FR), dal Sig. Pasquale Pecorella di Trani (BT) e dal Sig. Alessandro Buttinelli di Cerveteri (RM).

L’ULTIMO PRECEDENTE
Domenica 3 aprile 2016
Angelico Biella-Bermè Reggio Calabria 78-79
Parziali: 27-15, 40-36, 58-52.
Angelico Biella: Ferguson 28, Banti 2, La Torre 4, Infante 5, Venuto 8, De Vico 8, Saunders 14, Rattalino n.e., Pierich 9, Svoboda. All.: Carrea.
Bermè Reggio Calabria: Costa 12, Luposor 2, Mordente 5, Adegboye 18, Rullo 5, Pandolfi n.e., Sindoni n.e., Crosariol 6, Brackins 11, Dobbins 20. All.: Frates.

PAROLA AI ROSSOBLÙ
Coach Michele Carrea: «Arriva l’ultima partita di questo tour de force e finalmente torniamo a giocare in casa, dove sappiamo di avere energie in più figlie della spinta del pubblico. È la prima volta in stagione che ci capita di perdere tre partite consecutive, sapevamo che il momento complicato sarebbe arrivato e adesso abbiamo bisogno di resettare. Dell’ultima prestazione a Siena dobbiamo conservare l’attitudine difensiva e l’applicazione, che all’interno delle tre sconfitte è sicuramente stata la migliore. Il campionato è lungo ma sappiamo quanto sia importante fare risultato in casa. Vogliamo poi difendere il primato nel girone e il record davanti ai nostri tifosi. Reggio Calabria è una squadra estremamente imprevedivile, tra giocatori indisponibili e giocatori pronti a scendere in campo dobbiamo capire con quale assetto la Viola si presenterà domenica al Biella Forum. Le insidie dell’andata e gli errori commessi devono essere sufficienti a farci capire quanto sia necessaria una prestazione solida. Tutti abbiamo voglia di riscattare i giri a vuoti di questi ultimi dieci giorni molto intensi».
Marco Venuto: «Veniamo da una serie di trasferte non positive sul piano dei risultati ma in crescita sul piano della determinazione. Dobbiamo guardare la classifica e tirare su la testa perché siamo ancora primi e se abbiamo raggiunto quel traguardo è perché ce lo siamo meritati. Domenica dobbiamo entrare in campo con la cattiveria giusta, forti di poter contare ancora una volta sulla grande energia dei nostri tifosi. In casa troviamo quelle certezze in più che lontano dal Biella Forum vengono meno, di sicuro il nostro pubblico sarà base solida per provare a riprendere la strada del successo. Siamo un po’ acciaccati e stanchi, ma sapevamo che il calendario non sarebbe stato semplice e abbiamo lavorato per arrivare pronti al meglio. Contro Reggio Calabria abbiamo poi un secondo obiettivo, cancellare la brutta sconfitta rimediata nel girone di andata».