Su Stentu torna in campo: testa coda con Genneruxi

La sosta è finita: i Pirates tornano in campo in via Zagabria per la sfida contro la Mobilis, fanalino di coda del campionato.

Dopo tre settimane di letargo, il Su Stentu Sestu può finalmente tornare in campo. Domani, alle 18, i Pirates saranno alle prese con la trasferta in casa della Mobilis Genneruxi, formazione ancora a secco di punti ma che nelle ultime settimane ha saputo mettere in difficoltà tutti gli avversari incontrati, compresi quelli di alto rango.

Un testa-coda in cui le insidie non mancano di certo, a cominciare dall’inattività forzata che potrebbe aver fatto arrugginire qualche meccanismo in casa biancoblù: “E’ stato difficile affrontare le ultime settimane – spiega il tecnico Marco Sassaro -, perché siamo stati costretti a fermarci proprio in un momento in cui stavamo acquisendo consapevolezza nei nostri mezzi. L’allenamento, per quanto intenso, non può riprodurre le condizioni della gara ufficiale, e non va dimenticato che abbiamo dovuto lavorare senza due elementi di primo piano come Villani e Graviano, impegnati con la Nazionale militare”.

Quella con la Mobilis sarà la prima sfida di un trittico che vedrà i Pirates opposti, nel giro di otto giorni, anche ad Antonianum e Sinnai: “Tre gare fondamentali – sottolinea Sassaro -, con le ultime due che rappresentano anche degli scontri diretti contro squadre di alta classifica. Il nostro obiettivo è quello di vincere sempre, in modo da presentarci con quattro punti di vantaggio allo scontro diretto in casa dell’Esperia il 6 gennaio prossimo. Ma non sarà assolutamente facile”.

I Mosquitos di Roberto Secci sono la formazione più giovane del campionato, che – dall’esordio a oggi – ha mostrato inequivocabili segnali di miglioramento: “Ci sono diversi giovani che vanno tenuti d’occhio – prosegue -, come Floridia e Picciau, senza dimenticare Santona, che a questi livelli è sempre in grado di fare la differenza. Nonostante sia ancora al palo, la Mobilis è una squadra che può mettere in difficoltà chiunque”.

Al Palasport di via Zagabria non ci saranno i due freschi “azzurri”: né Mauro Graviano, alle prese con impegni lavorativi, nè Fabio Villani, che però in Belgio ha mostrato di essere sulla strada del pieno recupero.

Palla a due domani, sabato 12 dicembre, alle 18 al Pal. Genneruxi. Arbitreranno l’incontro i signori Basso Riccardo di Elmas (CA) e Luciano Riccardo di Calasetta (CI)