Don Bosco senza pietà contro Romans: +42 al PalaBunker

La formazione salesiana non regala nulla alla Ferroluce, che non riesce ad offrire una valida prova in attacco: determinante lo strappo nel secondo periodo.

Il gruppo dei "Talents" esulta ancora, questa volta contro Romans.

Dilagante Don Bosco Trieste: al PalaBunker di Via dell’Istria i salesiani si rendono protagonisti di una gara a senso unico con la Ferroluce Asar Romans, vincendo 94-52 e riuscendo a distanziare di quattro punti in classifica la formazione di coach Zavrtanik.

Si è trattata della classica gara da dimenticare al più presto per gli isontini, che si sono trovati di fronte una squadra compatta, determinata e soprattutto intensa per tutti e quaranta i minuti di gioco: la partenza del quintetto formato da Spangaro, Schina, Grimaldi, Gordini e Catenacci è micidiale per la Ferroluce. Il tandem Schina – Grimaldi sigla 14 punti nel solo primo periodo, pure se nei primi minuti entrambe le formazioni sembrano piuttosto sterili in attacco: +6 per i salesiani dopo dieci minuti, ma è nella seconda frazione che emergono i problemi in casa Ferroluce.

La squadra ospite trova infatti numerose difficoltà nell’attaccare la zona del Don Bosco: le percentuali sono molto basse e, dall’altra parte, Schina (26, top scorer dei suoi) è letteralmente immarcabile. Il 42-17 di metà incontro è risultato eloquente e, anche nella ripresa, la musica non cambia: il Don Bosco continua a giocare la sua partita, non dando mai segni di cedimento. Per Romans arriva qualche spunto dal lungo Pieri e dal combattente Devetak, ma non ci sono veramente i margini per poter rimontare.

Nell’ultima frazione, poi, coach Daris regala spazio anche ai fratelli Christian e Nicholas Spolaore, approfittando pure delle uscite per falli dei vari Fini, Paradiso e Franz: i giovani esterni salesiani rispondono presente, contribuendo ulteriormente ad ampliare il gap fino al +42 conclusivo. Un’affermazione che regala certamente fiducia ai salesiani, ancora privi di Tropea e con Fragiacomo sempre in ripresa dall’infortunio alla caviglia: segnali confortanti per la truppa di Daris, mentre in casa Ferroluce bisognerà al più presto raccogliere i cocci per riprendere il cammino in campionato.

DON BOSCO TRIESTE – ASAR ROMANS   94 – 52

Don Bosco Trieste: Carlin 5, Fragiacomo ne, Spangaro 7, Zanini 20, Schina 26, Spolaore N. 6, Gordini 4, Catenacci 6, Spolaore C. 1, Grimaldi 19. All. Davis
Ferroluce Asar Romans: Costi, Franz 4, Fini 4, Musig 6, Crevatin, Gasparini 2, Pieri 10, Devetak 15, Paradiso 9, Gennaro 2. All. Zavrtanik

Parziali: 17-11; 42-17; 72-39
Arbitri: Vatta e Mazzotta