Ardita Gorizia senza forze, Cresnar la devasta nel pitturato

Il Gruppo SME Caorle ha una prova superlativa dal pivot sloveno e dal pordenonese Rizzetto: i goriziani resistono un quarto, poi cedono nettamente.

Per Giovanni Busolini e i suoi ragazzi è arrivata la sconfitta in quel di Caorle.

Crolla al PalaMare l’Ardita Gorizia di Giovanni Busolini: la formazione isontina, infatti, ha ceduto nettamente contro il Gruppo SME di Blaz Cresnar, pivottone sloveno di 214 centimetri che ha dominato dal primo all’ultimo minuto contro un team che non ha un centro di ruolo.

E’ durata un quarto la resistenza di Marcetic (3/6 da due, 2/3 da tre) e compagni, che nel periodo iniziale fanno affidamento principalmente alla vena di Giulio Casagrande (7/16 dal campo, 9 rimbalzi), ma rimangono comunque sotto di cinque punti. I guai iniziano dal secondo quarto in poi, visto che il Gruppo SME inizia a rifornire Blaz Cresnar di palloni: il pivot sloveno, che chiuderà con 7/9 da due, 2/5 da tre, 8 rimbalzi, 5 stoppate e 3 assist, domina sotto canestro e riesce anche a limitare le potenzialità offensiva della stella goriziana Mucic, autore di un opaco 4/15 dal campo.

Senza il suo principale realizzatore, per l’Ardita è davvero difficile rimanere a fianco dei padroni di casa, che infatti piazzano un 27-13 nel secondo periodo e scappano a +19: al rientro dagli spogliatoi, la musica non cambia ed anzi si assiste a venti minuti di sostanziale monologo di Caorle, che mette in ritmo anche il pordenonese Rizzetto (11/17 al tiro, 10 rimbalzi).

I veneti non sbagliano praticamente nulla, mentre Gorizia, visibilmente appannata, cerca di rimediare con il tiro da fuori: le percentuali, però, puniscono la formazione di Busolini che finisce sotto anche di trenta punti. Caorle prosegue a giocare la sua onesta partita, con Cucchi (2/2 da due, 2/4 ai liberi, 14 rimbalzi) che costituisce una coppia difficilissima da superare insieme a Cresnar, dentro l’area: in una giornata nella quale il bomber Bjegovic è insolitamente silenzioso, ci pensano gli altri per i padroni di casa. L’Ardita non può far altro che incassare la sconfitta e pensare a prepararsi per il prossimo impegno, dopo aver rimediato un netto 83-61 al PalaMare.

CAORLE – ARDITA GORIZIA   83 – 61

Gruppo SME Bvo Caorle: Zatta 15, Gelormini 5, Bargnesi, Pol Bodetto, Rizzetto 24, Cucchi 6, Pine, Corbetta, Cresnar 20, Bjegovic 13. Coach Ferraboschi
Ardita Gorizia: Manservisi 8, Polvi, Fornasari 4, Marcetic 12, Nanut 14, Cipolla, Bressan, Tomadini, Mucic 9, Casagrande 14. Coach Busolini.

Parziali: 22-17, 49-30, 71-44
Arbitri: Fior di Venezia e Langaro di Vicenza.