Maurizio Zuppi (Geoclima Fogliano): “Contro il Don Bosco prima sconfitta netta”

Il coach isontino: "Nell'ultimo quarto, la squadra ha ceduto. In questo momento, ci sta mancando un giocatore fondamentale come Matteo Piani".

Maurizio Zuppi

La Geoclima Aibi Fogliano sogna per oltre un quarto di gara, poi si fa rimontare e sorpassare a Trieste sul campo del Don Bosco, prima di sciogliersi completamente nel quarto conclusivo. Si tratta della quinta sconfitta consecutiva per gli isontini, attesi da altre tre gare in trasferta: il momento è decisamente delicato.

Eppure nella trasferta triestina l’approccio è stato feroce e determinato, accompagnato da altissime percentuali al tiro: Deana ne mette 15 in 10’, Visintin è ispiratissimo, anche il resto della squadra contribuisce a toccare il +16, poi ridotto dall’Eppinger con un parziale di 8-0. La gara cambia volto dal secondo quarto in poi, i salesiani alzano di molto l’intensità difensiva e l’Aibi va in difficoltà. Carlin mena le danze, Grimaldi è il braccio armato biancoverde, il Don Bosco compie l’aggancio alla pausa lunga e nel terzo quarto piazza il sorpasso, chiudendo a +9 la terza frazione. Nell’ultimo quarto l’Aibi crolla dal punto di vista psicologico e scivola al pesante -21 finale.

Il tecnico isontino Maurizio Zuppi analizza così il match: «È la prima sconfitta netta che subiamo, nell’ultimo quarto la squadra ha ceduto, in questo momento ci manca un giocatore come Matteo Piani che trasmetta sicurezza e tranquillità nei momenti che scottano. Il Don Bosco ha tanti punti nelle mani, lo sapevamo, ma sono dispiaciuto per la prestazione difensiva. Si può vincere o perdere, ma quello che non voglio vedere è scollamenti di questo tipo». Sabato prossimo altra gara on the road per la Geoclima, attesa alle 19.30 da Il Michelaccio San Daniele.

Ufficio stampa Asd Aibi Fogliano – Giuseppe Pisano