Tiro da tre punti, difesa e un “nuovo” Quargnal per la Falconstar

Con la vittoria nel derby contro Spilimbergo, i biancorossi si sono riportati al centro della classifica: positive le prove di Petrovic, Moretti e Colli.

Un momento relativo al derby tra Falconstar e Spilimbergo.

Con l’attacco nei primi due quarti, e in particolare ancora una volta con il tiro da 3 punti, e con la difesa nella ripresa la Energy Lab Falconstar ha ottenuto la terza vittoria consecutiva battendo in trasferta Spilimbergo (80-59 il finale) e confermandosi in ottima salute.

Nella città del mosaico, contro una formazione reduce da 3 successi consecutivi, la squadra di coach Franceschin ha costruito un piccolo gruzzolo di vantaggio all’intervallo lungo (+4 sul 41-37) per poi dilagare nella ripresa, due frazioni nelle quali ha concesso ai padroni di casa solamente 22 punti, in quella che è stata senz’altro una delle migliori prove difensive dell’anno. E così anche il calo nelle percentuali dalla lunga distanza (7/15 nei primi due quarti, 2/11 nei due seguenti) non ha inciso sul risultato finale. Una Falconstar a più facce, insomma, ma tutte positive. “Al rientro dagli spogliatoi siamo stati bravi ad alzare l’intensità difensiva e ad accelerare nel punteggio – conferma il tecnico triestino – il segnale più positivo è proprio questo, ovvero che quando abbiamo voluto veramente prendere in mano la gara lo abbiamo fatto, riuscendo a limitare il loro gioco fatto di fisicità e spregiudicatezza. La Vis è una squadra che vive di entusiasmo ma noi siamo stati capaci di smorzarlo, prendendo in mano il ritmo con qualche mossa tattica ma soprattutto con l’atteggiamento mentale. Ora bisogna continuare su questa strada, consapevoli che all’orizzonte abbiamo un’altra gara da vincere a tutti i costi con Arzignano”.

A livello offensivo si è visto un Petrovic strepitoso, con 26 punti e 7 rimbalzi, un Moretti on fire (20 punti di media nelle ultime 3 gare, ovvero quelle vinte dalla Energy Lab con Oderzo, Conegliano e Spilimbergo) e un Colli che ha fatto registrare l’ennesima doppia doppia (13 punti e 12 rimbalzi) della stagione. Anche chi non appare nei tabellini, però, ha fatto ampiamente il suo, come riconosce lo stesso tecnico della Falconstar. “Nella ripresa, quando abbiamo stretto la difesa, capitan Benigni è stato un vero trascinatore, bravo anche a lasciarsi alle spalle qualche errore commesso nei primi due quarti. Devo poi sottolineare la prova di Quargnal, che senza Scutiero dovrà trasformare almeno in parte il suo gioco, rendendolo più ragionato e meno sbarazzino. In settimana ne abbiamo parlato e in partita ha messo in pratica queste disposizioni. Non è facile autolimitarsi nelle proprie caratteristiche ma questo primo test è stato molto positivo per approccio, e la squadra ne ha risentito in positivo”.

Con questa vittoria la Falconstar si è riportata a centro classifica, nel treno a 14 punti che conta anche su altri 5 vagoni, Jadran, Oderzo, Padova, Mestre e appunto Arzignano, la prossima avversaria.