Il Michelaccio San Daniele festeggia alla grande: Ubc Udine battuta

Nel giorno del trentacinquesimo compleanno di capitan Pellarini, i collinari offrono una prova corale contro la squadra di Andrea Paderni.

Fabrizio Polo, centro di San Daniele, al tiro libero.

Il Michelaccio San Daniele del Friuli vince la sfida d’alta classifica con la diretta inseguitrice Ubc Udine e festeggia al meglio il trentacinquesimo compleanno di Thomas Pellarini, storico capitano della compagine collinare. E’ un’occasione importante al PalaFalcone e Borsellino e va celebrata al meglio; una motivazione in più per i ragazzi di Sgoifo, che si trovano di fronte un team che deve tenere Guadagni in panchina per quaranta minuti a causa di problemi fisici.

Coach Paderni si trova di fronte l’ex Michele Bortoluzzi, play/guardia de Il Michelaccio che dà il suo fattivo contributo alla causa: un primo periodo “shock” per Udine condiziona l’intero andamento della partita. San Daniele è puntuale sia in attacco che in difesa, con percentuali stellari da parte di tutti gli uomini in neroarancio: il 30-11 dei primi dieci minuti è punteggio eloquente; “Leo” Colutta e Bortoluzzi si mettono bene in luce sul perimetro, mentre dentro al pitturato Dijust ed Ellero lavorano bene contro Idelfonso, altro ex della partita.

In attacco, l’Ubc Udine riesce ad ottenere qualcosa di costruttivo dal solo Zakelj (18), ma non basta contro una San Daniele davvero determinata: Sgoifo ruota i suoi in maniera perfetta e tutti gli uomini scesi in campo rispondono alla grande, tanto che al riposo lungo il punteggio recita 47-27 per i padroni di casa. Nel terzo periodo, però, Udine risponde per le rime: coach Paderni carica a molla i suoi ragazzi, che puntano sulla cosa che sanno fare meglio, ovvero mettere carica ed agonismo sul parquet. Il Latte Carso, in questa maniera, comincia a sporcare le percentuali degli avversari, che si trovano in difficoltà: nove i punti segnati da San Daniele nel terzo periodo, tanto che il vantaggio si assottiglia in maniera evidente. Udine, con lo sforzo del collettivo, riesce a scendere sotto la doppia cifra da recuperare (56-49 al trentesimo), ma nell’ultimo quarto non ha la lucidità necessaria per completare la rimonta.

San Daniele ne approfitta e riesce a gestire il margine quel tanto che basta per arrivare al quarantesimo minuto con la testa avanti rispetto all’Ubc: il team di Sgoifo, alla fine, prevale per 76-63 mandando cinque uomini in doppia cifra e Tamigi appena sotto. Una prova davvero corale per la formazione collinare, che dunque mantiene il secondo posto e approfitta del turno di riposo di Codroipo e della sconfitta del Don Bosco nel derby contro la Servolana per andare a +6 sulle dirette inseguitrici.

SAN DANIELE DEL FRIULI – UBC UDINE   76 – 63

Il Michelaccio San Daniele del Friuli: Tamigi 9, Pellarini 10, Colutta 16, Simonutti, Polo 4 Bortoluzzi 13, Tosoni 3, Ellero 10, Dijust 10; non entrato: Scagnetti. Coach Sgoifo.
Latte Carso Ubc Udine: Trevisini 9, Vischi 5, Floreani 7, Cianciotta 11, Martinuzzi 5, Pignolo, Idelfonso 8, Bianchini, Zakelj 18, Tirelli; non entrati: Guadagni e Pittalis. Coach Paderni.

Parziali: 30-11; 47-27; 56-49
Arbitri: Vatta e Mazzotta di Trieste