Andrea Paderni (Ubc Udine): “San Daniele del Friuli, percentuali stellari”

L'allenatore degli udinesi: "I nostri avversari ci hanno dato una bella lezione; se sapremo imparare, sarà una sconfitta utile per il futuro".

Thomas Pellarini, capitano e simbolo di San Daniele.

Sconfitta in una sfida di alto livello quella rimediata dall’Ubc Udine targata Latte Carso: nell’ultimo turno di campionato, infatti, i ragazzi di Andrea Paderni si sono dovuti piegare di fronte a Il Michelaccio San Daniele del Friuli, la “vice-regina” del campionato.

L’allenatore del team udinese analizza con serenità la prestazione dei suoi ragazzi: “Non posso non cominciare dai complimenti ai nostri avversari. Coach Sgoifo, capitan Pellarini (al quale faccio anch’io gli auguri di buon compleanno) e tutti i ragazzi di San Daniele hanno meritato di vincere con una prestazione superlativa. Nei primi 15 minuti sono stati impressionanti, con percentuali spaziali (8/9 da 3) e un’intensità e una circolazione di palla da categoria superiore.

Ci siamo trovati sotto di 27 punti sul 46-19 e a quel punto i miei ragazzi hanno dimostrato di avere carattere e qualità morali. Invece che mollare e farci travolgere, in un momento in cui ai nostri avversari riusciva tutto e giocavano con enorme fiducia, abbiamo reagito.
Siamo andati all’intervallo lungo sotto di 20, sulla sirena del terzo quarto abbiamo riacciuffato il -7 e con la palla in mano in apertura di ultimo quarto abbiamo sbagliato una tripla apertissima che ci avrebbe dato il -4, poi siamo tornati a -6 sul 61-55 e poi abbiamo continuato a lottare fino alla sirena.
Guardo il bicchiere mezzo pieno, si sono visti i nostri limiti ma anche le nostre qualità.

Ci è mancata la personalità per non subire all’inizio e si è vista tutta la nostra giovane età (per 20 minuti abbiamo giocato con un play del ’99 che ha tenuto il campo comunque molto bene) ma i nostri avversari ci hanno dato una bella lezione, se sapremo imparare sarà una sconfitta utile”.