L’EMT Oma impone la sua legge contro la Cestistica Rivana

Alla "Don Milani" di Altura, le triestine si impongono riuscendo a metterci grinta, agonismo e fisicità: appena 41 i punti segnati dalla formazione ospite.

La Cestistica Rivana affronta la lunga trasferta di Trieste incappando nella seconda sconfitta consecutiva di questo fine campionato. La squadra affronta la Oma Trieste affamata di punti per evitare la zona play out. Dopo un minuto di gioco la capitana Anna Consolati deve abbandonare il campo a causa di un colpo al setto nasale che la obbliga a rimanere fuori dal gioco per tutti i primi venti minuti della partita.

Le compagne hanno cercato di controbattere alla veemenza agonistica della squadra triestina rimanendo punto a punto per le prime due frazioni di gioco.
Le medie realizzative delle due squadre sono state sporcate dalle difese energiche concesse dalla terna arbitrale. L’innesto della play Piva di febbraio ha faticato a dettare i ritmi del gioco trovandosi già in difficoltà dopo i primi dieci minuti per i falli commessi. Le esterne Piermattei, Bonvecchio, Reversi, Betta e Vicentini si sono viste fermare parecchie conclusioni a canestro.

A rimbalzo Cavalletto e Coser hanno faticato nel cercare di catturare rimbalzi da convertire in punti. In cabina di regia oltre alla già citata Piva, Bertoldi e Luppi solo a tratti sono riuscite a limitare le guardie avversarie. Alla fine del secondo quarto si va al riposo lungo con il punteggio di 24 a 19. Nonostante questa disamina non entusiasmante la Cestistica Rivana riparte nel terzo quarto e riesce a rimanere in partita fino a 7 minuti dalla fine.

Da segnalare il ritorno della stoica Consolati che nonostante l’infortunio decide di partecipare alla contesa insieme alle compagne. Purtroppo negli ultimi minuti grazie ai frequenti giri in lunetta della squadra avversaria il divario aumenta mentre in attacco la Cestistica Rivana litiga con il ferro. La partita si conclude con il punteggio finale di 57 a 41. A questo punto del campionato il coach Ferrari si augura di invertire l’andamento negativo contando sullo spirito di squadra che ha caratterizzato la stessa nel corso di tutta la stagione per poter chiudere il girone di ritorno in maniera soddisfacente e gratificante anche per la società.

OMA TRIESTE – CESTISTICA RIVANA   57 – 41

Cestistica Rivana: Bertoldi 0, Luppi 2, Vicentini 3, Piermattei 6, Coser 9, Piva 2, Bonvecchio 8, Reversi 7, Betta 2, Consolati 0, Piva 2.