Central Board FIBA: si va avanti con i lavori

A Mies, in Svizzera, si è parlato dell'assegnazione dei Mondiali giovanili, ma anche della candidatura del 3x3 come disciplina olimpica e del programma di sviluppo delle federazioni nazionali.

Il Central Board di FIBA ha tenuto la sua prima riunione del 2016 nella due giorni di venerdì e sabato scorsi, 11 e 12 marzo: nella giornata di sabato, ha annunciato che i Mondiali Under 17 si terranno a Saragozza, in Spagna, ed ha anche rivelato i paesi ospitanti per i Mondiali Under 19 del 2017.

Ha inoltre approvato le linee guida che regolamenteranno le qualificazioni mondiali; è stato presentato un aggiornamento del piano attualmente in corso, in maniera da garantire che tutte le federazioni nazionali siano pronte per novembre 2017, quando il nuovo calendario entrerà in vigore.

Dopo la decisione di assegnare i Mondiali 2019 alla Cina, il Central Board ha approvato la modifica a riguardo di una città ospitante, con Shangai preferita a Suzhou. Burton Shipley, membro del comitato esecutivo FIBA e presidente di FIBA Oceania, è stato nominato presidente della commissione di coordinamento per l’edizione 2019 dell’evento di punta in casa FIBA.

E’ stato anche discusso il procedimento di offerta per selezionare il paese ospitante dell’edizione 2023 dell’evento di punta della FIBA; la possibilità di visionare offerte con più paesi ospitanti è stato approvato. Il processo di offerta inizierà dopo l’invio di una circolare, da parte di FIBA, a tutte le federazioni e si concluderà nel mese di giugno 2017.

Il Central Board ha poi ricevuto un rapporto sullo stato di trasformazione delle cinque zone affiliate a FIBA, ovvero Africa, Americhe, Asia, Europa ed Oceania. E’ stata confermata l’apertura di un nuovo ufficio per l’Europa, che dovrebbe essere aperto a Mies (Svizzera) e completata entro la fine del 2017.

E’ stato poi presentato un rapporto sullo stato del 3×3, che ha confermato la disponibilità di FIBA a proporre al Comitato Olimpico Internazionale la disciplina in aggiunta al programma sportivo di pallacanestro alle Olimpiadi del 2020 a Tokyo.

Il Central Board ha poi rivelato che, nell’ambito del programma di sviluppo delle federazioni nazionali, ben 75 paesi sono stati finora visitati: dopo ogni meeting, sono state proposte strategie di sviluppo personalizzate, con l’obiettivo di concretizzare i risultati in collaborazione con l’organo di governo nazionale in ogni territorio.

Dopo il successo legato al primo meeting della Players’Commission, a ottobre 2015, il Central Board ha poi dato mandato alla commissione giuridica di FIBA di esplorare altri modi per includere ex giocatori nelle strutture delle federazioni nazionali. Infine, venerdì scorso i membri del Board hanno presenziato alla cerimonia di sorteggio per Rio 2016, prima di visitare il Museo Olimpico a Losanna, dove hanno incontrato il presidente del CIO, Thomas Bach.