Con la vittoria di Torino il Fila “blinda” il quinto posto

Condotto il match per quaranta minuti, le giallonere soffrono ma riescono ad imporsi grazie anche alla prova concreta di Pascalau dentro l'area.

Il 5° posto era in realtà diventato ufficiale già prima della palla a due, con la sconfitta di Parma a Schio, ma questo non ha cambiato i piani del Fila, determinato a tornare alla vittoria sul parquet di Torino. Così è stato, le giallonere si sono imposte al termine di una partita condotta per 40′ ma comunque sempre in bilico, portata a casa grazie a una vera prova di squadra (basti vedere l’equilibrio nella distribuzione dei punti). Tra le buone notizie per coach Abignente, anche il rientro a oltre un mese dall’infortunio di Florina Pascalau, peraltro subito decisiva.

1° QUARTO. Le Lupe provano a partire forte con capitan Sbrissa (0-6 dopo 3′). A sbloccare le padrone di casa è Coen, che disputerà la sua migliore partita stagionale, ma con Gianolla e Fabbri il Fila rimane avanti (4-10 al 5′). Poi però l’attacco ospite si pianta, e lentamente Torino risale fino al -1, sbagliando anche il tiro del possibile sorpasso sulla sirena di fine primo quarto, che si conclude sul 9-10.

2° QUARTO. È buono il lavoro delle lunghe giallonere, in particolare nel secondo periodo a brillare è Fabbri, che propizia subito il nuovo allungo sull’11-18. San Martino prova a prendere margine e al 17′ arriva a toccare il massimo vantaggio sul +13 (15-28), con Bailey. Intanto si conferma utilissima anche Davis, capace di chiudere con un bel 20 di valutazione grazie a 7 punti, 9 rimbalzi e 7 assist. Il match tuttavia è ancora lungo, e Torino lo fa capire con i punti di Smith e Anderson, che consentono alle piemontesi di presentarsi all’intervallo lungo sul 22-30.

3° QUARTO. In avvio di secondo tempo Sbrissa e Filippi restituiscono il +12 (22-34), ma la prima tripla della partita, firmata da Puliti, riporta in partita anche l’attacco locale. In un attimo la squadra di Petrachi si infiamma e con una nuova bomba, stavolta firmata da Coen, torna a -3 (33-36). L’attacco del Fila è in rottura prolungata, ed è Anderson al 15′ a firmare il pareggio a quota 36, in chiusura di un break di 14-2. Torino ha pure una chance per il primo vantaggio della gara ma sbaglia, e Gianolla può restituire ossigeno alle sue con una tripla di capitale importanza, che propizia un nuovo mini-allungo: 40-47 al 30′.

4° QUARTO. La partita è ancora tutta da giocare: il 2+1 di Anderson riporta la Fixi Piramis sul 44-47, e poi è in contropiede che arriva anche il -2 (48-50). Tonello risponde con due bombe che consentono al Fila di rimanere avanti (71% per lei da dietro l’arco nelle ultime 5 partite, da quando è rientrata dall’infortunio), e anche Pascalau offre canestri preziosissimi: è proprio lei con due piazzati a riportare le giallonere a +9, sul 53-62. Non è ancora finita, perché Puliti trova un altro canestro che rianima le sue, capaci di piazzare un 7-0 per il nuovo -2, mentre dall’altra parte arrivano quattro palle perse consecutive. Si entra nell’ultimo minuto sul 62-64: qui ancora Pascalau va a bersaglio con la tripla che finalmente indirizza la gara verso San Martino di Lupari, brava poi a difendere e a chiudere i giochi dalla lunetta.

I RISULTATI. Napoli-Cagliari 80-54, Schio-Parma 97-62, Ragusa-Lucca 60-57, Venezia-Orvieto 85-56, Vigarano-Sesto San Giovanni 66-50, Torino-San Martino 62-71 (Umbertide-Battipaglia 3 aprile).
La classifica: Lucca 44, Ragusa 42*, Schio 42*, Venezia 40, San Martino 28, Parma 24, Napoli 22, Umbertide 20*, Battipaglia 18*, Torino 16, Vigarano 16, Orvieto 14, Sesto San Giovanni 12**, Cagliari 8** (*una partita in meno) (**Sesto San Giovanni e Cagliari retrocesse).

LA SITUAZIONE. Ora il campionato va in sosta per lasciare spazio alle final four di Coppa Italia, in programma a Schio il 2 e 3 aprile. Il weekend successivo le Lupe chiuderanno la loro stagione regolare a Umbertide, e poi prenderanno il via i playoff: l’avversaria del Fila nel primo turno potrebbe essere la stessa Torino o – molto più verosimilmente – la Ceprini Costruzioni Orvieto.

Fixi Piramis Torino – Fila San Martino 62-71

PALLACANESTRO TORINO: Puliti 8 (1/1, 2/5), Quarta (0/1, 0/2), Coen 21 (4/6, 2/3), Domizi (0/1), Penz ne, Anderson 23 (8/14), Smith 9 (4/12, 0/3), Cordola ne, Gallucci ne, Sotiriou 1 (0/2, 0/5), Mitongu Ntumba. All. Petrachi.
BASKET SAN MARTINO: Filippi 4 (1/5, 0/1), Favento (0/3, 0/2), Tonello 6 (2/3 da tre), Amabiglia ne, Bailey 11 (3/4, 0/3), Pascalau 13 (5/7, 1/2), Gianolla 10 (2/5, 1/1), Sbrissa 8 (4/6), Fabbri 12 (6/8), Davis 7 (0/5, 1/2). All. Abignente.

ARBITRI: Ursi di Livorno, Foti di Vittuone (MI) e Chersicla di Oggiono (LC).
PARZIALI: 9-10, 22-30, 41-47.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Fallo antisportivo: Filippi (25′). Tiri da due: Torino 17/37, San Martino 21/43. Tiri da tre: Torino 4/18, San Martino 5/14. Tiri liberi: Torino 16/19, San Martino 14/16. Rimbalzi: Torino 26 (Sotiriou 7), San Martino 42 (Davis 9). Assist: Torino 15 (quattro con 3), San Martino 14 (Davis 7).