Energy Lab Falconstar: la Guerriero Padova è un altro ostacolo

Coach Franceschin: "Siamo reduci da una buona settimana di allenamenti e stiamo bene; il gruppo è concentrato, motivato e consapevole dell'importanza della gara".

Vincere, se non altro per cercare di evitarsi i brividi di uno “spareggio” quale sarebbe un Falconstar-Oderzo all’ultima giornata se malauguratamente i biancorossi dovessero uscire battuti da Padova e Oderzo dovesse battere Conegliano.

A secco di vittorie esterne da troppo tempo, la Energy Lab deve assolutamente invertire la rotta domani (domenica) a Padova, nella penultima giornata della regular season che la vedrà scendere in campo alle 18.30 al PalaSavio di via Cardan contro una squadra già salva matematicamente ma che non vuole smettere di correre. Basta andare infatti sul sito della Guerriero per capire che i patavini il sogno play-off lo stanno coltivando eccome, e che serenità (di classifica) non vuol certo dire arrendevolezza.

“Ed è giusto che sià così – spiega coach Franceschin – non possiamo né vogliamo dipendere dall’estro degli avversari né tanto meno dai risultati degli altri campi, andando a guardare cosa fanno le nostre dirette concorrenti (oltre a Oderzo, anche Arzignano, impegnata già stasera in trasferta sul parquet di San Vendemiano, ndr). A prescindere da tutto, andiamo a Padova per vincere, consapevoli che sarà un incontro molto difficile, non solo perché ultimamente fuori casa fatichiamo, ma anche perché la Guerriero può giocare più libera mentalmente. Giocarsi una posizione ai play-off è diverso che giocare per la permanenza in categoria”.

Ed ecco allora che ciò che può mettere in campo la Falconstar, come ammette lo stesso tecnico triestino, è “la fame di risultati”, che dovrà tradursi in una prestazione fatta di intensità agonistica, tanta difesa e altrettanta lucidità. La Falconstar sarà al completo (capitan Benigni è rientrato in tempo dal suo viaggio di lavoro) e anche in condizione atletica tutto sommato ideale per trovarsi in un finale di stagione. Non ci sono pertanto alibi per non uscire dal campo, alla sirena finale, con la certezza di aver dato il massimo.

“E’ vero, siamo reduci da una buona settimana di allenamenti e stiamo bene – riconosce il coach – il gruppo è concentrato, motivato, e consapevole dell’importanza della gara, così come dell’alto grado di difficoltà della partita. Padova è una squadra completa in tutti i ruoli e forte fisicamente quanto basta per poterci mettere in difficoltà. Anche da questo punto di vista non possiamo arretrare di un millimetro”. E se la Falconstar dovesse riuscire nell’impresa, domenica prossima i ruoli potrebbero ribaltarsi, e sarebbero i biancorossi a poter giocare, molto probabilmente, per i play-off. Una prospettiva più che allettante.