Aurora Jesi: Salvatore Cagnazzo nuovo responsabile del settore giovanile

L'amministratore unico Altero Lardinelli: "A Salvatore va l'in bocca al lupo di tutta la società, augurandogli di raggiungere gli obiettivi prefissati e di regalarci piacevoli sorprese".

L’Aurora Basket comunica che il nuovo responsabile del settore giovanile arancioblu sarà Salvatore Cagnazzo.

Nato e cresciuto a Brindisi, Salvatore nel 2004 ha iniziato il suo percorso nel minibasket pugliese di società minori, per poi passare all’Enel Brindisi. Nel 2008 e nel 2009 è stato selezionato come giovane allenatore Puglia nel Progetto di Qualificazione Nazionale (PQN) per poi essere messo a capo della selezione regionale pugliese (annata 1995) per il Trofeo delle Regioni del 2010 a Lignano Sabbiadoro.

Nello stesso anno è arrivato nelle Marche come responsabile della foresteria ed allenatore del settore giovanile con la Sutor Montegranaro, dove rimane fino al 2013, ricoprendo anche l’incarico di assistente allenatore della Poderosa Montegranaro in Serie B.

Nell’estate 2013 il suo arrivo a Jesi come responsabile della foresteria dell’Aurora Basket.

“Sono molto contento e motivato nell’iniziare la nuova stagione nelle vesti di responsabile del settore giovanile – dichiara Salvatore Cagnazzo -. Quelli appena trascorsi con l’Aurora sono stati tre anni fondamentali per la mia crescita tecnica ed umana, pieni di esperienze condivise con tutta la famiglia arancioblù: ringrazio tutti, da Massimo Costagliola, che mi ha voluto con lui qui 3 anni fa, agli allenatori e i dirigenti del settore giovanile, a tutti i ragazzi che ho allenato e quelli che hanno vissuto con me in foresteria. Una menzione speciale alle 2 Emanuela (Coacci ed Orciani), per me figure importanti di continuo confronto e supporto umano.

Ringrazio la società, prima di tutto per avermi dato la possibilità di vivere le tre stagioni passate, ed ora per la fiducia e l’opportunità offerta. Sono carico e non vedo l’ora di iniziare!”

“Salvatore si è fatto apprezzare per le sue qualità umane, organizzative e tecniche. Nel momento in cui si è chiuso il percorso con Massimo (Costagliola) – spiega l’Amministratore Unico Altero Lardinelli -, il passaggio del testimone è stata cosa scontata. A Salvatore va l’in bocca al lupo di tutta la società, augurandogli di raggiungere gli obiettivi prefissati e di regalarci piacevoli sorprese”.