Matteo Norbedo, nuova avventura a Campli

Il giocatore si dirigerà in Abruzzo, dove firmerà il contratto con una società storica delle serie minori.

Difesa decisa del giovane Norbedo

Un’avventura lontano da casa: è il desiderio di tanti giocatori professionisti e semi-professionisti, quello di mettersi in mostra in giro per l’Italia. Un caso che coinvolge anche un fratello d’arte, ovvero Matteo Norbedo: playmaker di 185 centimetri classe 1997, fratello di Giacomo (ala che, fra le altre, ha giocato a Latisana, Don Bosco, Breg, Bor e Pallacanestro Trieste), nell’ultima stagione si è “sdoppiato” nell’impegno fra la Serie B con la GSA Apu Udine e la C Silver con la maglia della Dgm Campoformido, formazione con cui ha peraltro disputato un campionato solido, a 9.7 punti di media.

Regista talentuoso, nel suo pur giovane passato ha anche toccato i vertici della A2 con la Pallacanestro Trieste, pur tastando il parquet per qualche minuto, ma in generale ha mostrato grande attitudine al gioco e, soprattutto, voglia di migliorare: ecco perchè, a 19 anni, non ci ha pensato due volte ed ha colto al volo l’occasione di poter guadagnare minuti ed esperienza sui parquet della Serie B. Terminato il percorso di studi superiori, l’intento era quello di trovare una soluzione ideale dove fosse possibile giocare a buoni livelli ma anche frequentare l’università: Matteo Norbedo ha deciso, così, di orientarsi verso il Campli Basket, società abruzzese che disputa la Serie B e che avrà certamente la possibilità di dare minuti di “sfogo” al regista nativo di Trieste.

Nello scacchiere tecnico di coach Piero Millina, teoricamente Norbedo dovrebbe alternarsi con Onorio Petrazzuoli in cabina di regia: una bella opportunità per il giovane Matteo, che cercherà di mettersi in luce fin da subito in questa sua prima avventura “on the road”.