Alma Trieste, il roster 2016/2017

La squadra biancorossa si presenta ai nastri di partenza della Serie A2 con la consapevolezza di un gruppo solido e di una filosofia di gioco che sta dando i propri frutti, grazie alla guida di coach Eugenio Dalmasson.

Eugenio Dalmasson e i suoi ragazzi.

Si riparte con ancor più consapevolezza, in casa Alma Trieste: la stagione 2016/2017 dovrebbe essere quella della consacrazione, a livello agonistico e societario. L’entrata in campo del nuovo sponsor Alma ha cambiato, di fatto, molte cose: per la prima volta dopo tanti anni, i biancorossi si presentano al via con uno sponsor che ha garantito la permanenza anche nella prossima stagione e che, a breve, dovrebbe ufficializzare pure l’entrata in società come proprietario. Il PalaRubini come nuova “casa”, gli acquisti di un ottimo giocatore come Da Ros, un giovane di prospettiva come Simioni e un USA giovane ma con un anno di esperienza europea come Green: tre innesti di qualità che vanno a bilanciare le partenze di Landi, Canavesi e Nelson, inserendosi in un gruppo rimasto pressoché intatto rispetto all’ottimo 2015/2016. Il tutto sarà plasmato da Eugenio Dalmasson, che ha appena confermato il suo impegno biennale, rinnovando con Trieste: insieme ai fidi Praticò e Legovich, proseguirà nel lavoro fatto finora, con la politica del lavoro e della valorizzazione dei giovani.

ACQUISTI
Simioni Alessandro (Reyer Venezia, giovanili), Da Ros Matteo (Scaligera Verona, A2), Green Javonte (Marin Peixe Galego, Leb Spagna)

CESSIONI
Landi Aristide (Virtus Roma, A2), Canavesi Matteo (Varese, A), Nelson Roberto (free agent)

PROBABILE QUINTETTO
Bossi, Pecile, Green, Parks, Pipitone

OBIETTIVI
Non si nasconde l’Alma Trieste: durante l’estate, più volte si è parlato di “alzare l’asticella” per cercare nuovi obiettivi e dare soddisfazioni ai tifosi ed a tutti coloro che guardano con fiducia alla formazione biancorossa. Il livello medio del campionato è certamente alto, ma il gruppo è solido, costante e gli acquisti sono mirati: Trieste può ambire comodamente ai playoff e, una volta arrivata alla post-season, dovrà cercare di migliorare il già ottimo risultato conseguito nella passata stagione. Mantenere le attese non è mai facile, ma il lavoro fatto negli anni da coach Dalmasson e dal suo staff ha dato i suoi frutti, che dovrebbero essere raccolti anche quest’anno.

PUNTI FORTI
Una caratteristica fondamentale? L’aver confermato sette decimi della squadra dello scorso anno. Un nucleo italiano e “triestino” che puntella in maniera solidissima i nuovi arrivati e la capacità di trovare un protagonista diverso in ogni partita saranno le caratteristiche principali dell’Alma 2016/2017: i realizzatori designati dovrebbero essere Green e Parks, che hanno però anche un’attitudine da uomini squadra e non sono certamente dei mangiapalloni. Il fatto di non dipendere strettamente da un paio di giocatori in attacco, poi, responsabilizza anche il resto della rosa: i vari Bossi, Pecile e Da Ros avranno tutti quanti l’opportunità di mettersi in luce, visto il loro talento in attacco.

PUNTI DEBOLI
L’Alma Trieste non sarà più una sorpresa, per cui è immaginabile che in questa stagione ci sarà da soffrire e da massimizzare ogni minimo dettaglio e particolare: ora, tutti quanti conoscono i vari Coronica, Baldasso, Parks e Pipitone. Bossi non è più una sorpresa, al pari di un Da Ros che è giocatore ben conosciuto: le avversarie si sono attrezzate e dunque sarà necessario affrontare ogni partita con grandissima concentrazione, cosa non sempre facile per un team dall’età media molto bassa. Il pericolo si chiama appagamento, pure se è noto che coach Dalmasson è bravissimo a tenere sempre basse le ali dei suoi ragazzi.

ROSTER
Parks Jordan (ala forte, 201 cm, 1994), Bossi Stefano (playmaker, 185 cm, 1994), Coronica Andrea (ala piccola, 190 cm, 1993), Boniciolli Pietro (guardia, 185 cm, 1998), Gobbato Enrico (ala piccola, 194 cm, 1998), Demarchi Iacopo (playmaker, 182 cm, 1998), Ferraro Massimiliano (ala forte, 198 cm, 1998), Pecile Andrea (play/guardia, 188 cm, 1980), Baldasso Lorenzo (guardia, 192 cm, 1995), Prandin Roberto (guardia/play, 188 cm, 1986), Pipitone Vincenzo (pivot, 206 cm, 1994), Green Javonte (guardia/ala, 193 cm, 1993), Da Ros Matteo (ala forte, 204 cm, 1989), Simioni Alessandro (pivot, 204 cm, 1998)