Il Breg fatica fino alla fine contro la Vida Latisana

Il team di Krasovec, privo di tre pedine (Grimaldi, Pigato e Igor Gregori) ringrazia la coppia di veterani Carra - Vecchiet e il giovane Zobec.

La Vida Latisana vende cara la pelle contro il Mediachem Breg San Dorligo: nonostante le differenti posizioni di classifica, al PalaBottari va in onda un match combattuto ed equilibratissimo, risolto solamente nel finale grazie agli uomini di maggiore esperienza a disposizione di coach “Tomo” Krasovec.

Il Breg si presenta in trasferta con un roster molto ridotto: non ci sono, infatti, Alberto Grimaldi, Pigato e il ’99 Igor Gregori, giocatore che nel turno precedente aveva ben figurato. La Vida, dal canto suo, recupera finalmente Manservisi ma deve fare a meno dell’altro cannoniere Fabio Baccino e del pivot Paride Bianchini, dunque coach Fava ancora una volta non ha il roster al completo.

Ne emerge comunque una partita piena di canestri e con percentuali molto alte, dove il trio di esterni Manservisi – Maran – Moschioni si esalta: ben 55 i punti combinati delle tre guardie di Sante Fava, che però non riescono a far esaltare completamente la Vida. Il team bassaiolo, infatti, è piuttosto carente in difesa e subisce ben 43 punti in due quarti dal Mediachem Breg: l’ottimo apporto del giovane Zobec (3/5 da due, 1/1 da tre, 1/2 ai liberi, 11 rimbalzi) è importante per Krasovec nel settore ali, mentre la coppia Carra – Vecchiet fa vedere il motivo per cui, per anni, ha dominato nei campionati nazionali.

Latisana, pur chiudendo a meno quattro il ventesimo minuto, non si perde certamente d’animo e gioca alla morte, continuando a sforacchiare la retina dalla distanza: sotto canestro, il trio Cargnelutti – Sbicego – Gioele Bianchini cerca di limitare come può il totem Vecchiet (8/13 dal campo, 4/4 in lunetta), ma non è certamente un’impresa facile. Sul 65 pari si apre l’ultimo periodo, nel quale si continua a giocare sul filo dell’equilibrio: il Breg, però, ha a disposizione un giocatore del calibro di Marco Carra (4/8 da due, 2/7 da tre, 7/8 nei personali), che nei momenti difficili risolve ogni situazione con freddezza ed esperienza. Il finale, appunto, premia proprio il Mediachem che riesce ad avere il guizzo per superare una Vida Latisana che comunque esce a testa alta dal confronto con una delle corazzate del campionato.

LATISANA – BREG SAN DORLIGO   89 – 91

Vida Latisana: Manservisi 19, Sbicego 8, Cargnelutti 9, Maran 18, Bianchini  G. 8, Moschioni 18, Shefqeti, Brunoro 1, Moretuzzo 8, Bertolo ne, Redzepi ne. All. Fava
Mediachem Breg San Dorligo della Valle: Carra 21, Zobec 10, Schina 14, Davide Vecchiet 20, Spolaore 3, Giuliani, Cigliani 10, Crismani 6, Gelleni 7, Gregori L. ne. All. Krasovec

Parziali: 26-26, 39-43, 65-65
Arbitri: Frongia e Pais di Udine