Non “scende a Patti” la Virtus Cassino: siciliani battuti

Un'altra prova maestosa di Simone Bagnoli a centro area, mentre la BPC "annulla" l'attacco siciliano con soli 45 punti subiti.

Prova convincente della Virtus Cassino nel fortino del PalaVirtus che, dalle 18.30 del 3 dicembre, decide di imprimere una decisa svolta ad una gara che aveva tutte le sembianze di una trappola piena di sabbie mobili. Ebbene Bagnoli e compagni in un amen, nel corso della seconda frazione di gioco, sbrigano la pratica Patti con una gara perfetta, concedendo nel secondo quarto agli uomini di Pippo Sidoti la miseria di soli 6 punti.

I messinesi erano però giunti a Cassino con il malcelato proposito di ambire al successo pieno nella gara numero dieci di questo girone di andata del Campionato Nazionale di serie B, girone C, 2016-17, ed invece dopo soli 15 minuti di gara avevano capito che l’aria non era delle più propizie per realizzare un sogno del genere. Approccio alla gara di quelli tosti per la BPC che però si scontra con la carica e la caparbietà degli uomini guidati da Pippo Sidoti che provano a sparigliare le carte e ad opporre resistenza.

Ed infatti grazie a due bombe da oltre l’arco di Gullo i siciliani sono avanti di 4, 6 a 2, dopo 2 minuti e 15 secondi. La macchina Virtus però è in fase di carburazione, come un diesel inizia a macinare potenza e pian piano, senza strappi pareggia i conti al quinto con una bomba del solito Biagio Sergio, 8-8. Cicivè rimette Patti in avanti, 10 a 8, ma lo stesso Sergio con tre tiri liberi consecutivi opera l’unico sorpasso della gara 11 a 10. D’ora in avanti inizierà il monologo cassinate. L’allungo delle “V” rossoblù infatti è perentorio e porta alla sirena dei primi 10 minuti con i padroni di casa avanti di sei lunghezze (18 – 12).

Ma il capolavoro tecnico tattico arriva nel secondo quarto allorquando coach Luca Vettese ruotando alla perfezione i propri effettivi regala minuti importanti agli uomini della panchina  e sbanca il match con un parziale mortifero di 25 a 6. Grazie alla verve dei vari Marsili, Birindelli, Giampaoli, Potì ed ultimo ma non ultimo il fantastico Serra. Questi poi merita una nota a parte. Il ragazzo porta in dote al gruppo rossoblù, nella serata, ben 10 punti, 5 palle recuperate e ben 4 assist con 16 di valutazione in 21 minuti giocati.

Insomma una grande prestazione per il più giovane della compagnia. Ma si deve sottolineare come tutta la compagnia della “V” benedettine sia stata efficace. Tutti gli effettivi di coach Vettese sono andati a referto e soprattutto tutti hanno lottato con grande ardore su tutti i palloni. La storia del match è tutta in quei 5 minuti iniziali del secondo quarto. Poi la Virtus Cassino si aggiudica tutte le frazioni lasciando la miseria di 45 punti agli avversari che non riescono ad affermarsi in nessuna delle quattro frazioni di gioco.

Quindi dopo la battuta d’arresto della scorsa settimana a Roma in casa della LUISS, la BPC Virtus Cassino ha trasferito sul campo di gioco del PalaVirtus tutta la sua rabbia e l’ha sfogata sulla malcapitata Patti. Niente da fare per i siciliani, sotto fin dall’inizio e distrutti dunque nel secondo periodo, quando la formazione di Vettese ha concesso, come abbiamo detto, solamente 6 punti. Negli altri quarti gli ospiti non sono mai andati oltre i 15 punti, chiudendo a quota 45 con un incredibile 8% dall’arco (2/26) che dice tutto sulla serata negativa vissuta dalla squadra di Sidoti.

Dall’altra parte invece la BPC si è divertita e ha dato spettacolo in questo freddissimo pomeriggio di inizio dicembre 2016, mandando quattro uomini in doppia cifra (di cui tre in uscita dalla panchina) e distribuendo equamente il minutaggio fra tutti i suoi giocatori.

MVP dell’incontro ancora una volta Simone Bagnoli con 37 di valutazione finale, che ha sfiorato addirittura la tripla doppia (27 punti e 11 rimbalzi e 8 falli subiti).

La BPC Virtus Cassino al termine della gara ha comunicato di essere ancora in silenzio stampa e l’unico a parlare è stato, in sala stampa, il Direttore Sportivo dei cassinati, il dott. Leonardo Manzari che ha avuto modo solo di confermare la regola del silenzio e non è voluto entrare nel merito dello stesso.

La Virtus Cassino tornerà in campo nuovamente per il turno infrasettimanale sul parquet del Palestrina nel giovedì dell’Immacolata in un incontro proibitivo considerata la corazzata che gli uomini di Vettese andranno ad affrontare.

Arbitri del match un lombardo, Isimbaldi Corrado di Briosco (MB), ed un veneto,  Menegalli Francesco di Grezzana (VR).

Poi nuovamente in campo, 48 ore dopo, al PalaVirtus, sabato 10 dicembre, ore 18.30, per l’altro big match di questa settimana infinita, di questo dicembre infinito contro Napoli.

BPC Virtus Cassino  – Sport è Cultura Patti 89-45

BPC Virtus Cassino: Simone Bagnoli 27 (10/16, 0/0), Filippo Serra 10 (2/3, 2/4), Valerio Marsili 10 (4/7, 0/0), Andrea Giampaoli 10 (0/1, 3/4), Biagio Sergio 9 (0/0, 2/3), Gianluca Valesin 8 (2/4, 0/0), Maurizio Del testa 6 (0/0, 2/6), Renato Quartuccio 4 (0/0, 0/2), Stefano Poti 3 (0/0, 1/5), Duilio ernesto Birindelli 2 (1/2, 0/1). All. Luca Vettese
Sport è Cultura Patti: Gullo 8 (1/4, 2/9), Waldner 7 (3/7, 0/0), Busco 7 (2/3, 0/1),   Babilodze 6 (3/5, 0/5), Cicivè 6 (3/5, 0/0), Costantino 5 (1/5, 0/4), Bolletta 4 (2/6, 0/4),   Sidoti 2 (1/1, 0/2), Mazzullo 0 (0/0, 0/0), Sidoti 0 (0/0, 0/1). All. Pippo Sidoti

Parziali: 18-12, 25-6, 21-15, 25-12