Il San Vito Trieste cede dopo un overtime

La Falconstar ha la meglio sulla truppa triestina, con un parziale di 15 - 5 nei cinque minuti di supplementare.

Termina con una sconfitta indolore la prima fase del campionato Under 20 del San Vito.

La squadra di Zerial e Bembich è stata sconfitta dalla Falconstar di Monfalcone con il punteggio di 75 a 65 dopo un tempo supplementare. Ai fini della classifica questa partita non aveva nulla da dire. Obiettivi diametralmente opposti per i due coach. Zerial ha la necessità di recuperare tutti gli effettivi ed essere pronto per la seconda fase, mentre Franceschin vuole terminare al meglio una prima parte di stagione travagliata.

Partenza sprint per Monfalcone, che sfrutta i centimetri ed i chili a proprio favore per punire la difesa a uomo avversaria. Il San Vito cerca di contenere il divario e grazie al rientrante Viller chiude il primo quarto con “solo” nove punti di svantaggio (21-12).

Nella seconda frazione Zerial chiama la difesa a zona per tentare di recuperare e per Monfalcone si fa notte fonda. Trento guida i suoi compagni chiudendo ogni linea facile di tiro ed in attacco si fa apprezzare per alcuni buoni movimenti che gli fruttano qualche viaggio positivo in lunetta. Parziale di 22 a 4 e San Vito, al riposo lungo in vantaggio di nove punti (25-34).

Terzo quarto in sostanziale equilibrio che vede la Falcostar attacare meglio la zona avversaria ed il San Vito rispondere con le conclusioni di Dovier e Paoletti (anche oggi più che positivo). Nel frattempo si rivede in campo per qualche minuto Marcori, che saggia la tenuta della sua caviglia dopo due settimane di stop forzato.

L’ultimo quarto inizia con i padroni di casa che devono recuperare 8 punti di svantaggio e tentano il tutto per tutto. Il San Vito sembra non avere lo stesso vigore del secondo quarto e subisce il prepotente ritorno di Monfalcone. Ad un minuto scarso la squadra di casa conduce di quattro punti, ma il San Vito tira fuori gli artigli e segna con Mazzone il canestro del meno due.

Ultimo attacco per i giuliani che, a sette decimi di secondo dalla fine, provano con Dovier la tripla della vittoria ma subisce un fallo. L’arbitro non ravvisa però il movimento del tiro e concede solo due tiri liberi dovuti al bonus. “ice man” Dovier li trasforma entrambi e nonostante il disperato tentativo di Vittor con un tiro impossibile, le squadre vanno all’overtime (60-60).

A questo punto la differenza la possono fare le energie rimaste, la lucidità e la grinta. Cose che il San Vito ha definitivamente esaurito, mentre la Falcostar le mette in campo per sfoderare un parziale di 15 a 5 che chiude l’incontro a favore degli isontini.

Nonostante la sconfitta si è trattato di un buon test per la squadra di Zerial che ha potuto verificare la tenuta della difesa a zona e la risposta dei suoi sotto pressione grazie ad un avversario di ottimo livello.

In attesa della pubblicazione del calendario relativo alla seconda fase occorre riavere a disposizione tutta la squadra e ricaricare le batterie. Questa qualificazione, bisogna dirlo, è figlia soprattutto dell’ottimo girone d’andata disputato al completo e senza particolari intoppi. Tale condizione è necessaria affinchè, date le caratteristiche fisiche del roster, il San Vito possa cercare di raggiungere dei buoni risultati in futuro.

 

FALCONSTAR – SAN VITO  75-65 (prog. 21-12/ 25-34/ 39-47/ 60-60)

SAN VITO: Petronio n.e., Bordon 3 (1/4-1/2-0/1), Paoletti 13 (5/6-0-1/2), Viller 13 (5/11-0-1/8), Vigini n.e., Dovier 18 (6/11-6/9-0), Capanni (0/2-0-0/1), Mazzone 9 (3/9-3/4-0/1), Marcori, Liut 6 (1/4-1/2-1/2), Russo Cirillo, Trento 3 (0/3-3/4-0/2)