Lucca batte Venezia: è 1 – 0 in semifinale scudetto

Senza Fontenette, le orogranata resistono per un quarto, poi sono le padrone di casa a scappare via e prendersi un margine in doppia cifra già alla fine del secondo periodo.

Gesam Gas&Luce batte Umana Reyer Venezia 77-61 in garauno di semifinale scudetto, al termine di una gara intensissima, ma che ha visto Lucca prendersi la vittoria a suon di grinta e buone percentuali al tiro. Le ospiti, senza Fontenette (fuori per infortunio), hanno comunque lottato fino all’ultimo, facendo ben intendere che la serie regalerà ancora spettacolo. Tra due giorni le due squadre si ritroveranno per garadue, sempre al PalaTagliate alle ore 20:30.

Intensa e determinata Gesam ad inizio gara. Pedersen, Crippa e Dotto portano lo score sul 12 a zero dopo quattro di gioco, con Liberalotto costretto al timeout. A Venezia fa bene il riposo, infatti torna in campo con un altro piglio e pian piano rimonta (Walker e tripla di Favento) fino al 19-17 Lucca al decimo. Tre triple inaugurano il secondo quarto (Favento, Battisodo, Sandri e sorpasso Reyer), poi le biancorosse, sospinte da un grande pubblico, mettono il turbo e costruiscono un buon +10 a metà gara, 42-32, con gli affondi di Tognalini, Harmon e Ndjock.

Nella ripresa la sfida mantiene una grande intensità, ma è ancora Gesam a fare la partita. Dopo la bomba di Carangelo e la risposta di Crippa, Lucca chiude le porte in difesa e allunga il divario, catturando rimbalzi importanti e mantenendo buone percentuali al tiro, per il 61-43 del minuto 30. Nell’ultimo quarto Venezia continua a lottare su ogni pallone, Carangelo e Dotto si dimostrano grandi spine nel fianco lucchese, ma Harmon e Pedersen si fanno trovare pronte a ricacciare indietro le ospiti (71-55 al minuto 37). Nel finale Lucca non perde in concentrazione andando ad aggiudicarsi con merito la prima sfida.

“Oggi siamo partiti bene e abbiamo tirato con buone percentuali – dichiara coach Diamanti – , giocando così con più tranquillità. Nel primo tempo Venezia è rimasta vicina a noi, anche grazie ai tiri dalla distanza, poi siamo riusciti ad andare avanti e a mantenere il vantaggio fino alla fine. Adesso non dobbiamo perdere la concentrazione, perchè in campo ci sono le quattro migliori squadre del campionato e tutto può succedere in una serie di semifinale”.

 

Lucca-Venezia: 77-61 (19-17; 42-32; 61-43)

Lucca: Battisodo 9, Landi ne, Tognalini 5, Pedersen 12, Dotto 6, Wojta 8, Harmon 19, Crippa 13, Miccoli , Salvestrini ne, Ndjock 5, Mandroni ne. All Diamanti
Venezia: Micovic 3, Melchiori 2, Carangelo 16, Sandri 7, Cubaj 2, Ruzickova 4, Dotto 13, Madera ne, Fontenette ne, Walker 8, Favento 6. All. Liberalotto