BH Dgm Campoformido, il roster 2017/2018

La squadra udinese, persi Antena e Polo, sta lottando per riconfermare "Smoky" Fumolo ed ha salutato con piacere il rientro alla base del veterano Fabio Gozzi.

Luca Malagoli, coach della Dgm (foto Panda Images).

La Basketball House Dgm Campoformido si appresta a cominciare un’altra stagione in Serie C Silver, puntando come di consueto su un gruppo consolidato che, nonostante alcune dolorose partenze durante l’estate, ha mantenuto il nucleo cardine salutando il rientro alla base del leader Fabio Gozzi. Dopo un anno di Serie D a Tricesimo, infatti, il veterano classe ’85 è tornato alla corte di Luca Malagoli e, insieme al veneto Bassetto ed al grintoso Andrea Londero, forma il tris di giocatori in entrata nel roster della squadra udinese. Un team, quello friulano, che può fare decisamente bene e prosegue nella politica di cercare di valorizzare giocatori di fascia giovane; potrebbe essere l’anno del ’96 De Marchi, ma attenzione anche al ’98 Bassetto ed al ’99 Chiti: un trio da tenere decisamente sotto controllo, nel campionato di C Silver 2017/2018.

ACQUISTI: Londero Andrea (Cbu Udine, D), Gozzi Fabio (Tricesimo, D), Bassetto Francesco (Basket Club Jesolo, C Gold)

CESSIONI: Antena Stefano (free agent), Gatto Tommaso (Lugo, B), Pais Gabriele (Alba Cormons, D), Zuliani Andrea (Dinamo Gorizia, D), Polo Fabrizio (ritiro)

PROBABILE QUINTETTO: Puto, Gozzi, De Marchi, Zakelj, Fumolo

OBIETTIVI: il principale obiettivo della formazione di Luca Malagoli sarà quello di ripetere il buon campionato dello scorso anno e, perchè no, migliorarsi. Il gruppo è decisamente buono ed assomma esperienza con relativo atletismo in qualche elemento: un campionato di medio livello, attentando ai playoff, può decisamente essere un obiettivo realistico per la squadra friulana, che comunque avrà anche un occhio sul miglioramento dei tre ragazzi del 2000 presenti all’interno del roster ed al ’99 Raphael Chiti, uno che fa già parte della rosa di Serie A2 della GSA Udine e che può dare decisamente una bella mano alla causa della compagine targata Basketball House.

PUNTI FORTI: il fatto di avere diversi giocatori che possono avere punti nelle mani ed essere risolutivi; si parte da uno Zakelj che nella passata stagione è stato nominato miglior “4” di tutta la C Silver, elemento bidimensionale che assomma fisicità ad ottimo tiro da fuori, passando poi per le scorribande a tutto campo di “Mike” Puto, fino ad arrivare all’esperienza di Gozzi ed alla capacità di Giacomo Visintin di gestire i ritmi. Ognuno di questi giocatori può trovare la gara da venti punti, ma soprattutto il fatto che il resto della squadra sa equilibrarsi benissimo senza perdere in qualità, visto che non c’è un leader designato che deve prendersi il tiro a tutti i costi.

PUNTI DEBOLI: sono stati persi, durante l’estate, alcuni giocatori importanti come Antena, Zuliani e Polo e il rischio è quello di veder partire anche un altro giocatore come Fumolo, ancora indeciso se prendersi un anno sabbatico o meno. Nel caso in cui “Smoky” dovesse salutare il gruppo, sarà fondamentale tornare sul mercato per trovare un elemento che possa sostituirlo sotto le plance, visto il ritiro di Polo e i problemi fisici che continuano a tormentare “Fudo” Moretti. Le rotazioni rischiano di diventare sottili dentro l’area, per cui in caso verrebbe chiesto un sacrificio extra a Zakelj ed al neoarrivato Bassetto, ala che può dare una bella mano nel pitturato ma rimane pur sempre un classe ’98.

ROSTER: Visintin Giacomo (playmaker, 180 cm, 1995), Puto Michael (guardia/play, 182 cm, 1989), De Marchi Daniele (ala piccola, 196 cm, 1996), Zakelj Alessio (ala forte, 200 cm, 1992), Fumolo Christian (ala forte, 200 cm, 1992), Chiti Raphael (ala, 194 cm, 199), Gozzi Fabio (guardia, 185 cm, 1985), Londero Andrea (guardia, 185 cm, 1995), Moretti Francesco (pivot, 192 cm, 1982), Bassetto Francesco (ala, 195 cm, 1998), Malagoli Matteo (playmaker, 176 cm, 2000), Perrone Giacomo (ala, 188 cm, 2000), Rossi Edoardo (ala forte, 194 cm, 2000)