EMT Oma, vittoria di carattere di fronte al main sponsor

La formazione di Matija Jogan non ha lasciato scampo al Montecchio, che cercava la prima vittoria in campionato.

La formazione dell'EMT Oma Trieste 2017/2018.

C’era molta curiosità alla vigilia di questa partita per capire, dopo un inizio di campionato non certo entusiasmante, a che punto è lo stato di forma dell’Emt Oma. Il numeroso pubblico accorso alla Don Milani (nonostante la festa in città della Barcolana) e la presenza in tribuna addirittura del main sponsor Mr.Horasan e di tutta la sua famiglia (Welcome – HOŞGELDİNİZ) ha sortito effetti veramente inimmaginabili. Le gialloblù infatti contro Montecchio hanno giocato probabilmente una delle migliori partite della “gestione Jogan”, interpretando la gara in maniera esemplare soprattutto nel primo e nell’ultimo quarto.

Montecchio, che cercava proprio a Trieste i primi due punti del campionato, è entrata in partita con grande aggressività, ma la sua difesa ha prodotto solo tanti falli senza impaurire le ragazze di Jogan. Il primo quarto, condotto con grande autorevolezza, si chiude sul 25 – 11 e vede tutta la squadra giocare a buoni livelli su entrambi i lati del campo.  Come era preventivabile, nel secondo quarto Montecchio torna in campo con una maggiore attenzione difensiva e rosicchia metà del divario anche grazie a delle “dormite” difensive delle padrone di casa.

All’inizio del terzo quarto continua il trend negativo delle mule triestine tanto che Montecchio arriva a -3 (38:35 per l’Oma). A questo punto il coach chiama il time-out chiedendo alle giocatrici più tranquillità nella gestione degli attacchi e concentrazione in difesa. La risposta delle ragazze di Jogan arriva immediatamente: prima con un gioco da 2+1 della capitana Sacchi e poi con due bombe dall’angolo della Capolicchio le salesiane riescono a ricacciare alla doppia cifra di distanza le vicentine. Le ritrovate Milic e Manin, con qualche bel canestro di Samez, tengono poi a debita distanza Montecchio, che prova ad arginare le “furie gialloblù” anche con la zona-press e con qualche bel contropiede.

L’ultimo quarto, a parte un “black out” iniziale che porta le ospiti da -15 a -8 in un amen (dal 59 – 44 al 59 – 51), è a completo appannaggio delle padrone di casa che con la Castelletto (top scorrer dell’incontro) dimostrano una grande precisione dalla lunetta e un ottima abnegazione difensiva soprattutto su Schwienbacher. In questa fase merita una segnalazione sia per la grande prestazione difensiva sia per i buoni spunti in attacco la capitana Stefania Sacchi.

Finisce in gloria per le triestine che portano il punteggio finale sul 76 a 62 per la gioia di tutte le ragazze in campo, dello staff, del presidente Zinnanti e del main sponsor Emt che con la presenza sua e di tutta la famiglia ha potuto assistere ad una ottima prestazione e ad una bella vittoria della sua squadra!

E in effetti quando tutte le atlete giocano con grande concentrazione questa Emt può diventare un ostacolo difficile per qualunque squadra.

 

Emt Oma – Montecchio 76 – 62 (25 – 11; 36 – 29; 50 – 43)

OMA: Castelletto 18, Milic 10, Manin 9, Sacchi 7, Abrami 1, A.Policastro 6, Capolicchio 11, Filippas 9, Tiberio 1, Samez 4, F. Policastro n.e. All.: Jogan

Tiri liberi: 28/38.

Montecchio: Schwienbacher 17, Zanuso 8, Zambon 9, Curti 6, Zampieri 2, Neri 2, Scalzotto 4, Cora 1, Storti 4. All.: Callegaro

Tiri liberi: 16/20