Brenda (Grottaferrata Basket): “Ambiente fantastico”

Il giocatore proveniente dalla Serie B di Palestrina: "Mi sono voluto mettere alla prova in estate, provando un'avventura completamente diversa".

Il sottomano di Daniele Brenda.

E’ stato l’innesto di qualità che il San Nilo Grottaferrata basket ha scelto per affrontare al meglio la prima storica avventura nel campionato di serie C Gold. L’ex Palestrina Daniele Brenda si è già inserito molto bene all’interno del gruppo criptense. «Ho trovato un ambiente fantastico, estremamente accogliente nei compagni, nello staff tecnico e nella società – dice l’ala grande classe 1993 – In estate mi sono voluto mettere alla prova tentando un’esperienza diversa da Palestrina e sono molto felice di come stanno andando le cose finora».

Il San Nilo Grottaferrata basket è reduce da un autentico show nella prima esibizione ufficiale sul campo amico in serie C Gold: il 94-64 inflitto al Sora dà l’idea di una squadra che è in grande salute. «Sabato scorso è andata meglio di quanto ci aspettassimo, anche se va detto che Sora era abbastanza rimaneggiata. Ma era l’esordio casalingo per noi e ci tenevamo a fare bene: abbiamo fatto bene fino alla metà del secondo quarto, poi gli avversari comunque non hanno mai mollato tanto che lo “strappo” decisivo c’è stato tra la fine del terzo e l’ultimo quarto». Per i ragazzi di coach Stefano Busti e Matteo Apa, dunque, sono due le vittorie in tre partite: niente male per una neopromossa.

«Abbiamo avuto un impatto molto positivo con la categoria – riflette Brenda – Tra l’altro anche a Viterbo siamo andati vicini al colpo grosso: in generale penso che la nostra sia una squadra in grado di giocarsela contro tutti». Il calendario offre ai criptensi un ulteriore appuntamento casalingo: al palazzetto dello sport intitolato a Saverio Coscia arriverà la Virtus Aprilia che finora ha messo in carniere solo due punti. «Dobbiamo essere bravi a “cancellare” subito i trenta punti di scarto col Sora. Dei prossimi avversari conosco il play Puleo e altri giocatori che già giocavano lì quando io facevo la serie C Gold a Palestrina: sottovalutarli sarebbe un errore gravissimo e, anzi, dobbiamo imparare ad evitare qualche calo di concentrazione che ogni tanto ci penalizza» conclude Brenda.