Reyer Venezia, prestazione solida e Cremona va al tappeto

Gli orogranata di De Raffaele hanno una prova "over 20" da Watt ed Orelik e riescono a mantenere l'imbattibilità in campionato.

Grande prestazione casalinga per la Reyer Venezia targata Umana, che contro la ripescata Cremona vince 92 – 81 e mantiene ancora l’imbattibilità: una prova, quella degli uomini di De Raffaele, che sotto il punto di vista offensivo è stata più che soddisfacente, grazie al contributo della coppia Orelik – Watt.

Si parte ed è subito 7 – 2 per i padroni di casa, ma Cremona risponde prontamente: è il triestino Michele Ruzzier che apre un parziale di 0 – 10 a favore degli ospiti, che nel primo periodo sembrano poter prendere il sopravvento e riescono ad allungare anche a +8. Johnson, Watt e Orelik, però, non ci stanno: le conclusioni vincenti del trio straniero di De Raffaele ribaltano il risultato e portano l’Umana a +5 quando suona la sirena di fine primo periodo.

Gli orogranata controllano il punteggio anche nel secondo quarto, pur con un Milbourne che nelle file cremonesi non vuole assolutamente mollare: la presenza a rimbalzo di Biligha, però, fa la differenza per la Reyer, che riesce a mantenere il vantaggio. A metà match, siamo sul 53 – 46 e le percentuali premiano Venezia, ma Cremona è sempre lì a inseguire da distanza ravvicinata.

Nella ripresa, le conclusioni di Bramos permettono agli uomini di De Raffaele di conquistarsi un margine in doppia cifra: l’esterno tiratore dei locali azzecca un paio di tiri dei suoi, tanto che Sacchetti è costretto a chiamare time out. Serve a poco, però, perché dopo Bramos si rimette in ritmo il “gemello” Orelik: è il primo break significativo, che sarà anche quello decisivo, perché Venezia tocca il +14 (68 – 54).

L’allungo sul 76 – 59 a fine terzo quarto è fondamentale, poi nell’ultima frazione sono sempre i padroni di casa a recitare la parte dei protagonisti: Johnson-Odom cerca di tenere alto l’orgoglio cremonese, ma i lombardi riescono a limare al massimo a tredici le lunghezze di scarto, poi qualsiasi discorso viene chiuso da Peric.

 

 

VENEZIA – CREMONA   92 – 81

Umana Reyer: Haynes, Peric 12, Johnson 12, Bramos 8, Favaretto, De Nicolao 2, Jenkins 7, Orelik 21, Bolpin, Ress, Biligha 10, Watt 20. All. De Raffaele.
Vanoli: Johnson-Odom 27, Martin 13, Gazzotti, T. Diener, Ricci 4, Ruzzier 3, Portannese 2, Sims 14, D. Diener 7, Milbourne 11. All. Sacchetti.

Parziali: 30-25; 53-46; 76-59