Serie A2, il punto sugli Under 21

Una finestra analitica sui giovani dopo un terzo del campionato cadetto.

Ousmane Diop (foto Panda Images).

Conclusa la decima giornata del secondo campionato cestistico nazionale è possibile tracciare un primo bilancio relativamente all’utilizzo dei giocatori delle classi dal 1997 in poi nelle trentadue squadre che militano nel girone est e nel girone ovest.

Scorrendo con infinita pazienza i boxscore di tutte le partite sin qui disputate, ciò che salta immediatamente agli occhi è che ad occidente gli under trovano più spazio che ad oriente o, quantomeno, il loro impiego nelle squadre del lato sinistro dello stivale ha un’efficacia superiore ed è quindi più probabile leggerne il nome nelle cronache post-partita: ad est, infatti, tranne qualche bella realtà non ci sono molti giovani con un minutaggio superiore ai quindici minuti, periodo di tempo ampiamente superato invece da una buona quindicina ad ovest.

Con un occhio ai giocatori che potranno rappresentarci a livello nazionale in un futuro non troppo lontano, è decisamente confortante constatare che molti dei componenti della Nazionale Under 19 finalista ai Mondiali egiziani nella scorsa estate stanno trovando discreti minutaggi nel campionato: ad eccezione di Alessandro Pajola e di David Okeke – che militano in serie A – sono ampiamente presenti nei referti della A2 Guglielmo Caruso, Andrea Mezzanotte, Lorenzo Penna, Alessandro Simioni, Riccardo Visconti, Federico Massone, Michele Antelli, Davide Denegri (l’anno scorso miglior giocatore under 21 del torneo, insignito dalla Lega del prestigioso “Premio Reverberi – Gli Oscar del basket”) e soprattutto Lorenzo Bucarelli (eletto peraltro “Under del mese LNP” di ottobre) e Tommaso Oxilia, inseriti nel miglior quintetto della manifestazione che a luglio di quest’anno ha regalato la medaglia d’argento alla nostra nazionale giovanile.

In particolare si evidenziano due “isole felici” per i giovani cestisti: Treviglio e Cagliari. Nel primo caso coach Adriano Vertemati utilizza regolarmente Luca Cesana e Andrea Pecchia (classe 1997) per oltre 20 minuti a gara ed Andrea Mezzanotte (classe 1998) per più di 25 minuti a gara. Nel secondo stessa sorte tocca a Lorenzo Bucarelli e Michele Ebeling, entrambi classe 1998, mandati sul parquet da Riccardo Paolini per oltre 21 minuti ad allacciata di scarpe.

In ogni caso le statistiche proclamano con decisione quelli che fino ad ora si possono considerare i più interessanti under del torneo cadetto: l’ala della APU Udine Ousmane Diop nel girone est e il play/guardia della Virtus Roma Tommaso Baldasso nel girone ovest.

 

Girone Est

Il più utilizzato risulta Lorenzo Penna (playmaker del 1998 dell’Andrea Costa Imola) con una media di 29,7 minuti, seguito da Tommaso Oxilia (ala del 1998 di Piacenza) con 22,4 e Ousmane Diop (ala classe 2000 della APU Udine) con 20. Quest’ultimo è anche il più prolifico a livello realizzativo (8,2 punti a gara), seguito da Lorenzo Penna con 7,5 e da Lorenzo Maspero (playmaker classe 1998 della Poderosa Montegranaro) con 7,4.

Anche a rimbalzo domina decisamente Ousmane Diop che risulta primo sia nei rimbalzi offensivi con 2,3, che in quelli difensivi con 3,3; a livello offensivo lo seguono Tommaso Oxilia, Marco Timperi (guardia/ala classe 1997 degli Stings Mantova) e Curtis Nwohuocha (centro della Scaligera Verona nato nel 1997) con 1,1, mentre in attacco troviamo al secondo posto di nuovo Tommaso Oxilia (2,9) ed al terzo Lorenzo Penna (1,9). Complessivamente primo ovviamente Ousmane Diop con 5,6 seguito altrettanto ovviamente da Tommaso Oxilia con 4 e da Curtis Nwohuocha con 2,8.

Il leader delle palle recuperate è Lorenzo Penna (1,8), seguito da Tommaso Oxilia (0,9) e Ousmane Diop (0,8), mentre negli assist ritroviamo Lorenzo Penna in cima alla classifica degli under con 3,7, seguito da Lorenzo Maspero con 2,1 e dalla coppia formata da Tommaso Oxilia e dal playmaker dell’Aurora Basket Jesi Federico Massone (nato nel 1998) con 1.

Infine a livello di valutazione media il leader è ancora Ousmane Diop con il punteggio di 11, secondo è Lorenzo Penna con 8,4, terzo è Lorenzo Maspero con 8.

 

Girone Ovest

Il più utilizzato è Tommaso Baldasso (play/guardia classe 1998 della Virtus Roma), in campo da titolare con ben 32,5 minuti di media ad allacciata di scarpe (è anche l’under con il maggior minutaggio di tutta la serie A2). Lo seguono il serbo Stefan Nikolic (guardia/ala del 1997 della Cuore Basket Napoli) con 30 e la guardia della Dinamo Academy Cagliari Lorenzo Bucarelli, classe 1998, con 26,6.

Relativamente alla produzione c’è in testa una coppia formata dal già citato Stefan Nikolic e dalla guardia in forza alla Fortitudo Agrigento Lorenzo Ambrosin (anch’egli del 1997), entrambi a quota 10,7, anche se quest’ultimo ha un minutaggio inferiore (22,5 minuti di media). Sono seguiti da un’altra coppia formata da Lorenzo Bucarelli e Tommaso Baldasso con 9,2 punti.

Nei rimbalzi difensivi il leader degli under nel girone ovest è Marko Simonovic, centro montenegrino del 1999 in forza alla Mens Sana Siena, con una media di 2 a gara, seguito da Andrea Pecchia (guardia/ala della Blu Basket Treviglio) con 1,5 e dal centro della Junior Casale Riccardo Cattapan (1997) con 1,3. In attacco il dominatore è l’ala inglese del 1998 Carl Wheatle, in forza all’Angelico Biella, che ne prende ben 4,1 ad allacciata di scarpe; al secondo posto – con 3,5 – Andrea Pecchia, ed al terzo Tommaso Baldasso con 3,4. Complessivamente sono 5 i rimbalzi presi da Andrea Pecchia, che precede Carl Wheatle con 4,8 e Michele Ebeling (ala del 1998 della Dinamo Academy Cagliari) che ne cattura 4,2.

Ritroviamo Lorenzo Ambrosin in cima alla classifica delle palle recuperate (1,2) e davanti alla coppia Andrea Pecchia – Tommaso Baldasso con 1, mentre negli assist è quest’ultimo a guardare tutti dall’alto con 3,2 di media, seguito dai 2,9 di Luca Cesana (play/guardia classe 1997 di Treviglio) e dai 2,7 del play della Viola Reggio Calabria Lorenzo Caroti, nato nel 1997.

L’ultimo capitolo, quello della valutazione media, sorride in particolare a Stefan Nikolic di Napoli, che è il migliore della serie cadetta con 11,4. Piazza d’onore per la coppia Lorenzo Bucarelli – Andrea Pecchia con 10,6 e quarto posto per i 9,5 di Lorenzo Ambrosin.

 

PRIMO QUINTETTO UNDER DELLA SERIE A2

1: Tommaso Baldasso (Virtus Roma)
2: Lorenzo Bucarelli (Cagliari)
3: Stefan Nikolic (Napoli)
4: Ousmane Diop (Udine)
5: Marko Simonovic (Siena)

 

SECONDO QUINTETTO UNDER DELLA SERIE A2

1: Lorenzo Penna (Imola)
2: Lorenzo Ambrosin (Agrigento)
3: Tommaso Oxilia (Piacenza)
4: Andrea Mezzanotte (Treviglio)
5: Tommaso Guariglia (Agrigento)

 

TERZO QUINTETTO UNDER DELLA SERIE A2

1: Lorenzo Maspero (Montegranaro)
2: Andrea Pecchia (Treviglio)
3: Carl Wheatle (Biella)
4: Michele Ebeling (Cagliari)
5: Riccardo Cattapan (Casale Monferrato)

 

Marco Torbianelli