Pallacanestro Bolzano, è nuovamente vetta della classifica

Treviso prova a resistere contro le "Sisters", ma decisamente non è giornata.

C’era attesa nel vedere la reazione delle Sisters dopo il testacoda di Mirano. In campo voglia di vincere e determinazione.

L’attesa per questa gara era tutta incentrata sul capire se il misterioso “testacoda” dello scorso fine settimana fosse stato frutto di sfortunate congiunzioni astrali o se lo smalto e la voglia di vincere delle Sisters si fossero improvvisamente sopite con l’approssimarsi delle Feste di Natale. La risposta è stata molto chiara: + 44 contro un Treviso ben organizzato e ben diretto da coach Nani (per anni allenatore del settore squadre Nazionali), rinforzato dopo l’ennesimo ripescaggio da una buona pattuglia di ex Ponzano (Dalla Riva, Perocco) e da giovani di indubbio interesse (Gatto). Treviso inoltre veniva a una prestigiosa vittoria casalinga contro Montecchio e con una seconda parte del girone di ritorno condotta con piglio e decisione.

Fatte queste debite premesse la palla a due ha dato inizio ad un incontro veramente intenso, con Pallacanestro Bolzano che parte a razzo con un perentorio 11 a 2, frutto di palloni intercettati e veloci incursioni in contropiede. Le ospiti sono frastornate e solo grazie ad alcuni errori bolzanini sottomisura il primo quarto non risulta già immediatamente decisivo (20-6). Come sempre accade, ad una azione corrisponde la reazione avversaria ed il secondo quarto vede Pallacanestro Treviso aggiustare la mira, mantenendo il passivo sempre in termini più che onorevoli.

Al riposo lungo le squadre arrivano sostanzialmente con la stessa situazione del primo quarto, con Bolzano a +16 ma con Treviso che non vuole piegare la testa. Negli spogliatoi coach Pezzi (che ritorna alla guida della squadra) si complimenta per l’intensità della difesa ma chiede una maggiore precisione in attacco. La squadra ritorna in campo con gli occhi intensi di chi vuol chiudere il match e imprime una accelerazione che Treviso non riesce a contenere. Difesa, contropiedi e bombe da tre allargano il divario portando il punteggio sul 54 a 21. L’ultimo quarto non cala di intensità, le due squadre si concedono ampie rotazioni e le giovani di Pallacanestro Bolzano entrano in campo con lo spirito giusto, con la voglia cioè di lottare su ogni palla. Il finale della gara, diretto in maniera precisa e serena dalla coppia arbitrale Azzali-Castellaneta (ottima prestazione la loro) vede Bolzano scrollarsi di dosso il ricordo dell’ultima brutta trasferta ed il ritorno della voglia di vincere che caratterizza le Sisters di quest’anno.

Per Treviso una buona prestazione difensiva, forse non suffragata da una sufficiente precisione al tiro. In evidenza le guardie Gatto e Favaretto, che si sono distinte per intensità di gioco e per qualità tecniche.

Bolzano ha messo in evidenza una Daniela Hafner in grande serata (val. 22), Nadia Mossong MVP dell’incontro (26 di val.) e Villarruel che, al rientro dall’infortunio, ha pensato bene di fare 30 punti con ottime percentuali al tiro. Ma quello che più conta è che tutte le Sisters hanno registrato valutazioni positive, la qual cosa fa ben sperare per il prossimo impegnativo impegno contro Rovigo.

 

PALLACANESTRO BOLZANO – TREVISO   75 – 31

PALLACANESTRO BOLZANO: Pezzi, Luppi 1, Mossong 19, Gottardi 7, Van Avermaet, Consorti 4, Vilarruel 30, Hafner Daniela 9, Alberti, Rossetto 5. All. Pezzi
N.P. TREVISO: Fuser, Rachello 2, Dalla Riva 4, Gatto 14, Gini 2, Rossetto 3, Perocco, Favaretto 6, Stocco, Tasca. All. Nani

Parziali: 20-6; 33-17; 54-21
Arbitri: Azzali e Castellaneta