Faenza cala la coppia d’assi: confermati Venucci e Chiappelli

La Rekico riparte da due giocatori che hanno conquistato pubblico e tifosi alla loro prima stagione in maglia faentina. Mattia Venucci e Gioacchino Chiappelli sono le prime conferme dell’organico di coach Massimo Friso, gli unici dell’attuale roster ad essere legati alla società da un altro anno di contratto. Entrambi sono pronti a dare il massimo anche nella stagione 2018/19.

Mattia Venucci ha mostrato anche a Faenza tutte le sue qualità di playmaker, facendo girare al meglio la squadra a suon di assist e dando un grande contributo in fase offensiva, segnando 18.7 punti di media nella stagione regolare, statistica che lo ha incoronato miglior realizzatore del girone B. Il suo high score lo ha toccato nel match casalingo contro Lecco, dove ha segnato 37 punti. Ottimi anche i suoi numeri nei play off con 15.3 punti di media nelle tre gare disputate nei quarti di finale contro Montecatini.

“Sono contento di restare a Faenza – afferma Venucci – per me e per la mia famiglia visto che ci siamo trovati davvero bene dentro e fuori dal campo. Riguardo al prossimo anno, spero di poter trovare fin da subito un gruppo deciso e convinto, perchè soltanto lavorando intensamente ad ogni allenamento si possono raggiungere certi risultati. Cercherò di ripetere la scorsa stagione dal lato offensivo, la mia migliore in carriera a livello realizzativo, e mi metterò come sempre al servizio dei compagni”.

Grande impatto nella Rekico lo ha avuto anche Gioacchino Chiappelli, un vero e proprio lottatore in campo sin dalla prima amichevole estiva. In stagione regolare ha viaggiato sugli 11 punti e gli 8 rimbalzi di media, risultando molte volte decisivo grazie alla sua fisicità e alle sue qualità tecniche.

“La scorsa estate ho firmato un biennale con i Raggisolaris, perchè credo in questo progetto – sottolinea Chiappelli – e ad avermi conquistato è stato l’entusiasmo della dirigenza. I tifosi di Faenza sono fantastici e sono la nostra grande forza: per tutta la stagione si sono fatti sentire con il loro calore e sono stati la nostra arma in più. Non vedo l’ora che inizi il campionato per regalare loro tante soddisfazioni e sono convinto che ce ne toglieremo anche nei play off, dove nell’ultima stagione siamo usciti troppo presto”.