Dalmasson (Alma Trieste): “Prima settimana di lavoro, sensazioni positive”

Il tecnico biancorosso, alla fine della prima settimana di preparazione, fa il punto della situazione.

Terminata la prima settimana di lavoro di Alma Pallacanestro Trieste, con coach Eugenio Dalmasson si parla delle impressioni iniziali di un gruppo che affronterà la Serie A nella stagione 2018/2019. Entusiasmo per aver riconquistato il massimo campionato dopo quattordici anni, ma anche tanta responsabilità per affrontare una stagione che vedrà i biancorossi come matricola in una lega di altissimo livello.

Coach, puoi tracciare un bilancio dopo questi primi giorni di preparazione?
“E’ stata una settimana che sicuramente ci fa ben sperare, tutti i ragazzi si sono resi molto disponibili alle proposte di lavoro, sia per la parte fisica che per quella tecnica. La squadra sta imparando in fretta a stare assieme, direi che i primi giorni hanno dato sensazioni ed indicazioni positive”.

E’ arrivato Justin Knox, la squadra sta lavorando al completo: le tue impressioni?
“La prima cosa che balza agli occhi, come dicevo, è la grande disponibilità al lavoro, cosa che poi si riversa nella parte tecnica, dove c’è grande voglia di stare assieme e conoscersi. Mi piace come stiamo proseguendo in questo cammino, oltretutto pian piano entreremo nel pieno del lavoro e nella prossima settimana inseriremo anche tre partite. Knox è arrivato e vedremo di integrarlo; purtroppo da lunedì pomeriggio non potremo contare su Peric e Strautins per un periodo, stante le convocazioni nelle rispettive nazionali, ma tutto questo sarà un motivo in più per provare situazioni nuove, tenendo conto che oltretutto nel ruolo di “4” abbiamo anche Da Ros che sta completando il percorso di recupero”.

Ora pausa fino a lunedì mattina, poi si riprende a lavorare: mercoledì ci sarà la prima amichevole a Koper, poi nel fine settimana il LignanoBasket.
“In questo momento, la priorità va al lavoro che dobbiamo fare dal punto di vista fisico e per quel che riguarda la capacità di giocare assieme: le partite ed i tornei servono per trovare risposte a ciò che stiamo facendo e devono essere un momento di variazione rispetto alla monotonia del lavoro cui stiamo sottoponendo la squadra; per quel che mi riguarda, ho solo impressioni positive. Credo che arriveremo ad affrontare la parte di prestazione ad un buon punto e faremo di tutto, ovviamente, per farci trovare pronti al via del campionato”.

Chiudiamo con uno sguardo “attorno” al campo: 3331 abbonati al momento, siamo vicini al record dello scorso anno.
“Record che sono convinto che batteremo: ci sono sensazioni di grande positività ed entusiasmo, che provengono anche dall’onda lunga degli ultimi due anni, nei quali la squadra ha sempre saputo rispondere con efficacia e immediatezza a tutte le richieste, sia sul campo che fuori. La società ha allestito una squadra di livello, questo la gente lo percepisce e si avverte l’entusiasmo anche dal numero di persone che sta venendo a vedere gli allenamenti. Tutto ciò è un ulteriore stimolo, per noi, per fare bene: dobbiamo cercare di mantenere questo entusiasmo, sapendo che andremo ad affrontare comunque una stagione molto difficile”.