Domenica a Trieste sarà “Caccia a Ottobre Rosso”

Tre vittorie e quattro sconfitte per Trieste e Cantù, ma l'Alma vuole far valere il fattore campo

Justin Knox (Foto di Antonio Barzelogna)

Il “lunch match” di apertura delle gare domenicali valide per l’ottava giornata di Serie A metterà di fronte all’Allianz Dome l’Alma Pallacanestro Trieste e la Red October Pallacanestro Cantù, appaiate in classifica a quota 6 (3-4) assieme a Sassari e Pesaro. Trieste sta pian piano svuotando la propria infermeria – nella quale rimarrà certamente Walker e quasi certamente Wright – ed è uscita particolarmente rinfrancata e con un Da Ros in più dall’ultimo vittorioso match contro Trento. Cantù, orfana di Mitchell, cercherà di compattarsi per non pensare al difficile momento societario e alle tre sconfitte consecutive (l’ultima in casa contro Pesaro) che si porta dietro come biglietto da visita in una trasferta decisamente complicata.

Gli ospiti hanno vinto sul difficile campo di Cremona alla terza giornata (un mese fa) e hanno fin qui realizzato complessivamente 589 punti (84,1 di media) subendone 600 (mediamente 85,7), valori che corrispondono al sesto posto sia in attacco, che in difesa, con la settima valutazione media (87,9). Nelle realizzazioni la Red October condivide con Pesaro il nono posto da due punti (50%), con Varese il penultimo da tre punti (33,3%) ed è terzultima dalla lunetta (69,7%). I 12,7 rimbalzi offensivi, i 28,9 rimbalzi difensivi e i 41,6 totali valgono rispettivamente il terzo, il secondo (con Venezia) e il secondo posto solitario in campionato. Quartultima con 1,6 stoppate di media a partita e quartaa squadra assieme a Pesaro a perdere più palloni (13,9), la Red October occupa la decima piazza nei recuperi (6,3) ed è quarta negli assist (17,3).

Trieste in casa ha perso solamente all’esordio contro Bologna e in graduatoria ha l’ottavo attacco (576 punti segnati con 82,3 di media) e la settima difesa (598 punti subiti, mediamente 85,4), con l’undicesima valutazione media (82,9). Undicesima nelle realizzazioni da due punti (49,8%), quinta dai 6 e 75 (37,8%) e settima dalla linea della carità (75,2%), l’Alma è decima per rimbalzi offensivi (9,6), decima per quelli difensivi (26,3) e complessivamente nona assieme (35,9 rimbalzi totali di media). Le 3 stoppate valgono il quinto posto nel torneo, mentre le 15,7 palle perse sono il valore più alto. Undicesimi per recuperi (6), capitan Coronica e compagni sono infine quinti per assist distribuiti (16,7).

Le statistiche individuali di Cantù evidenziano il gran campionato fin qui giocato da Ike Udanoh, certamente uno dei migliori in Serie A: leader per valutazione media (25,1), secondo per realizzazioni dal campo (60,9%), terzo per rimbalzi totali (10,1) e per rimbalzi difensivi (6,9), 4° per palle recuperate (2), 6° per rimbalzi offensivi (3,3), 7° per assist (4,3), 8° nelle realizzazioni da due punti (60,9%), 17° dalla lunetta (79,2%) e 21° per punti realizzati (13,9). Davon Jefferson risulta terzo per rimbalzi offensivi (3,8), quarto per valutazione media (21,5) e per realizzazioni dal campo (59,3%), 6° per punti realizzati (18,3), 7° per rimbalzi totali (8,7), 10° nelle realizzazioni da due punti (59,3%), 12° per stoppate (0,7) e 16° per rimbalzi difensivi (4,8). Infine troviamo Frank Gaines 8° per punti realizzati (18) e 14° per recuperi (1,3) e Shaheed Davis 22° per rimbalzi offensivi (1,6). I 126 punti di Gaines e i 110 di Jefferson corrispondono al 40% del totale della squadra canturina.

Per Trieste in particolare c’è Hrvoje Peric 10° per rimbalzi difensivi (5,2), 12° per palle recuperate (1,4), 15° per rimbalzi totali (6,2) e per realizzazioni complessive dal campo (48,9%), 19° per assist (3,4) e 23° per valutazione (15,2). William Mosley è secondo da due punti (66,7%) e per stoppate (1,7), settimo per rimbalzi offensivi (3) e 14° per rimbalzi totali (6,7). Arturs Strautins è 8° dalla lunetta (83,3%), 17° per rimbalzi difensivi (4,6), 19° nelle realizzazioni da tre punti (42,4%), 21° per realizzazioni dal campo (47,1%) e 22° per rimbalzi totali (5,6). Justin Knox è 7° dalla lunetta (84,2%), 17° per rimbalzi offensivi (2) e 19° per punti realizzati (14,5) e per valutazione media (15,8). Ci sono infine Chris Wright quinto per assist (4,6) e 11° dalla lunetta (83,3%) e Juan Manuel Fernandez 11° per assist (4,1). Top scorer per l’Alma sono Strautins (93) e Cavaliero (73) che hanno contribuito al 28,8% della produzione offensiva biancorossa.

Tiri, assist e rimbalzi dei tre migliori giocatori di ciascuna formazione:

% 2 PUNTI

CANTÙ – Udanoh 61, Jefferson 59, Gaines 51

TRIESTE – Mosley 67, Strautins 51, Peric 48

% 3 PUNTI

CANTÙ – Gaines e Tavernari 35, Tassone 33

TRIESTE – Strautins 42, Cavaliero e Fernandez 40

% TIRI LIBERI

CANTÙ – Udanoh 79, Blakes 78, Gaines 72

TRIESTE – Cavaliero 87, Peric 86, Knox 84, Strautins 83

RIMBALZI

CANTÙ – Udanoh 71, Jefferson 52, Davis 28, Blakes 24

TRIESTE – Mosley 47, Strautins 39, Peric 31, Sanders 24

ASSIST

CANTÙ – Udanoh 30, Jefferson 18, Blakes 17, Gaines 14

TRIESTE – Fernandez 29, Wright 23, Peric 17, Cavaliero 16

 

© Riproduzione riservata

Marco Torbianelli