Polisportiva Casarsa: giochi e solidarietà alla Festa della Befana 2019

L’attesa e invocata Befana ha finalmente “toccato terra” in Piazzale Bernini alle 15.00 di sabato, 5 gennaio. Ad attenderla, tribune affollate e i bambini e bambine del settore minibaket della Polisportiva Casarsa. Con il loro aiuto, la vecchina, è riuscita a portare a compimento la sua missione istituzionale: dispensare allegria, divertimento e soprattutto dolci regali al termine del pomeriggio.

La veemenza dei temuti Pirati, verà novità ed incognita di questa edizione 2019 della tradizionale festa, è stata tenuta a bada in maniera egregia dai circa 50 campioni in erba presenti sul parquet del Palarosa. I bambini si sono misurati in una gara di solidarietà per respingere la ciurma bellicosa e i loro attacchi con il potere di armi potentissime: il gioco, la gioia e la spensieratezza.

E la solidarietà, “vera e tangibile”, è stata anche la protagonista dell’ultimo gioco pianificato dagli organizzatori con il coinvolgimento del Progetto “Rigiochiamo“: è stato chiesto ad ogni bambino intervenuto di donare un suo peluche e di farlo portare alla festa da uno dei genitori. Ad un segnale prestabilito, i genitori, con perizia balistica, hanno lanciato in campo i giocattoli, recuperati poi dai bambini. Questi giocattoli saranno raccolti consegnati alla responsabile del progetto, presente alla manifestazione. I destinatari dei peluches saranno diverse scuole dell’infanzia in Provincia e Regione, ma anche l’esercito italiano che riesce a consegnarli ai bambini vittime di guerra.

Al termine della contesa festosa, la consegna dei dolci doni da parte di una Befana in gran spolvero e poi la tanto attesa esibizione del Mago Jeastell che ha saputo calamitare l’attenzione dei presenti con una esibizione apprezzata e coinvolgente. Infine, come da tradizione, il sorteggio dei bei premi della lotteria, con Natale Miorin, membro del consiglio direttivo, nelle vesti di  animatore-banditore.

Grazie di cuore a tutti coloro che si sono prodigati per la realizzazione dell’evento. A sera, su molti dei loro volti, i segni di una lunga ed intensa giornata ma anche quelli della soddisfazione e della gratificazione dei sorrisi dei bambini intervenuti…. e vi assicuriamo che, il sorriso di un bambino, non ha prezzo.