Si chiude in semifinale il sogno di Trieste alla Next Gen Cup

Sconfitta 71 - 75, pur con un Deangeli mostruoso: determinanti due bombe del triestino Nicolò Dellosto.

La Grissin Bon Reggio Emilia va in finale alla Next Gen Cup 2019 insieme a Trento: l’Alma Pallacanestro Trieste di coach Alessandro Nocera lotta alla grande contro i reggiani, alla fine però vittoriosi con il risultato di 71 – 75.

Fin dall’inizio è evidente il predominio in quanto ad atletismo, a favore di Reggio Emilia: Cipolla (6 punti e 7 rimbalzi nel primo quarto) colleziona punti e carambole e propizia l’allungo a +5 degli emiliani. La tripla di Schina avvicina i biancorossi e, in un primo periodo caratterizzato da bassi punteggio e percentuali, sono i reggiani a condurre di un possesso pieno, riuscendo a limitare bene Deangeli in post. Durante la seconda frazione, Reggio prova a scappare: la difesa di Cattaruzza ed un Castellino che si prende sulle spalle l’attacco dell’Alma, però, propiziano il pareggio. Quando Dellosto (5/10 da due, 2/7 da tre, 1/2 ai liberi, 12 rimbalzi), Besozzi e Porfilio trovano l’ispirazione, però, sono guai: i ragazzi di Nocera eccedono in qualche individualismo di troppo e la coppia Cipolla – Dellosto punisce Trieste, dando agli emiliani un margine in doppia cifra al 20’ (29 – 40).

In apertura di terzo periodo, coach Nocera prova la mossa della difesa a zona: Reggio Emilia, però, è brava a ribaltare il lato e girare la palla e, con uno 0 – 6, arriva il massimo vantaggio sul 29 – 46. Time out Alma, i biancorossi riescono a reagire ancora una volta con una gran prova di squadra: svantaggio parzialmente limato, ma un paio di palle perse costano care a Deangeli e compagni, che sono sotto 44 – 58 a fine terzo periodo. L’ultimo quarto inizia con i triestini sempre a zona, Giannini colpisce da tre (47 – 60), ma a questo punto inizia l’esaltante rimonta targata Alma con Deangeli (8/15 da due, 2/5 da tre, 7/8 ai liberi, 12 rimbalzi, 6 falli subiti) ed un fondamentale Andrea Sala: due triple del piccolo triestino danno ossigeno all’attacco di Trieste, che si appoggia alla monumentale prova dell’ala classe 2000. L’Alma arriva fino al 66  – 68 a un minuto dalla fine, ma la seconda tripla di Nicolò Dellosto punisce definitivamente i biancorossi, che chiudono comunque alla grande un’avventura decisamente da ricordare.

 

PALLACANESTRO TRIESTE – REGGIO EMILIA 71 – 75

Alma Pallacanestro Trieste: Deangeli 29, Milic 4, Comelli 8, Schina 14, Sala 6, Giustolisi 2, Lessing ne, Cattaruzza, Castellino 4, Antonio 2, Pieri, Arnaldo 2.
Grissin Bon Reggio Emilia: Cipolla 12, Bertolini 4, Dellosto 17, Giannini 9, Porfilio 15, Diouf 8, Besozzi 4, Castagnetti ne, Zampogna 4, Pellicciari 2, Sow, Maddaloni.

Parziali: 13-16; 29-40; 44-58