La Cestistica Rivana “sbanda” a Pordenone

Nel match clou della settima giornata la Cestistica Zanini Arredo Hotel subisce il miglior attacco del campionato ed esce sconfitta dal Palazzetto dello Sport di Pordenone 93-75.

La Cestistica Zanini Arredo Hotel torna torna in Friuli, questa volta per affrontare le ragazzine scatenate di Pordenone, appaiate al secondo posto in classifica. La società friulana collabora strettamente con Reyer Venezia e mette in campo le migliori promesse del vivaio orogranata: nel roster spiccano i nomi di Alice Recanati (anno 2000) e Laura Meldere (2001).

Coach Matassoni sa che si affrontano i due migliori attacchi ma anche due fra le peggiori difese dell’intero campionato, parte con il collaudato quintetto Piva Piermattei Villarruell Bonvecchio Fadanelli e vuole giocarsela a viso aperto con le giovanissime atlete di coach DaPreda. Le giraffine provano a tenere un ritmo altissimo, Pordenone risponde andando sempre vicino al ferro per usare i tanti chiili e centimetri di vantaggio di Meldere. Il periodo si chiude con le padrone di casa in vantaggio di 1 sul 22-21.

Dopo la pausa breve sono Marchi e Bregu a menare le danze per la Cestistica, Bianconi regala minuti di riposo a Fadanelli e ne approfitta per mettere a segno un bel canestro da fuori, Reversi non sbaglia il tiro dalla sua piastrella che le viene servito da un assist di Bonvecchio e Vicentini si trova a difendere su avversarie cui deve almeno 25 cm. Pordenone replica con costanza ad ogni tentativo ospite e Recanati mette la tripla che chiude il periodo sul 46-42.

Negli spogliatoi lo staff tecnico chiede di mettere più applicazione in difesa perché le reyerine hanno segnato con troppa facilità: sul fronte opposto coach DaPreda cambia tattica, punta sul tiro da fuori di Recanati e Gregori e la mossa si rivela azzeccata: Pordenone mette lì un parziale da 29-13 che spegne le ambizioni rivane e manda le squadre al terzo riposo sul 75-55.

Nell’ultimo quarto le padrone di casa si limitano a controllare il tentativo di rientro di Riva, che ha il grande merito di aver continuato a provarci per tutto il match, e sul parquet si vede un buon basket offensivo: Bonvecchio e Villarruell attaccano finalmente il ferro avversario e vengono premiate con canestri e tiri liberi che consentono alla Cestistica di aggiucarsi il parziale 18-20: il punteggio finale premia Pordenone 93-75 con una prova monstre di Alice Recanati che ha messo a segno 28 punti.

La Cestistica Zanini Arredo Hotel vede Pordenone salire da sola al secondo posto con 32 punti mentre le giraffine restano solitarie al terzo posto con 30: nel frattempo la capolista Sarcedo che ha subito la seconda sconfitta del campionato sul campo della PFMestrina e rimane quindi ferma a 36; al quarto posto Mestrina che sale a 26.  Sabato 9 Marzo al Palagarda sarà di scena lo Junior SanMarco: la Cestistica dovrà mettere sul parquet ogni energia contro una delle migliori difese del campionato per continuare a correre nelle zone alte della classifica.

G&G Pordenone – Cestistica Zanini Arredo Hotel 93–75

Cestistica Zanini Arredo: Marchi 2, Piermattei 15, Vicentini, Piva 9, Bonvecchio 12, Reversi 5, Fadanelli I. 12, Bregu, Villarruell 16, Bianconi 4.
G&G Pordenone: Maniero 2, Cella 3, Grattini 14, Gregori 15, Zennaro 9, Recanati 28, Camporeale 8, Stangherlin 2, Jankovic, Meldere 12.