Rinnovo biennale a Verona per Francesco Candussi

Lungo classe 1994, nell'ultimo campionato ha viaggiato a 14.3 punti e 7.6 rimbalzi di media, risultando uno dei giocatori più prolifici vicino a canestro.

Francesco Candussi al tiro.

Un altro regionale che prosegue la sua carriera ad alto livello, in Italia: scendiamo questa volta in Serie A2 e ci dirigiamo verso Verona, una piazza storica e molto nota.

Francesco Candussi, ala/centro di 211 centimetri classe 1994 è stato uno dei perni della stagione della Scaligera: il nativo di Palmanova, infatti, ha concluso la regular season con medie importanti (14.3 punti e 7.6 rimbalzi, tirando con il 63% da due, il 33% da tre ed il 70% ai liberi), numeri leggermente calati ma pressoché confermati anche nei playoff, in nove partite giocate.

Il giocatore, che era alla sua prima stagione in maglia Verona, ha appena sottoscritto un rinnovo biennale, nell’ambito di un progetto che lo lega ad una società ambiziosa, che ha tutte le carte in regola per cercare di ritornare nel massimo campionato nazionale: Candussi, in precedenza, aveva giocato per due stagioni in quel di Mantova e, precedentemente, aveva toccato anche le piazze di Pesaro e Trieste. Dopo gli inizi in quel di Fogliano e l’esordio in Serie B con i senior a Monfalcone, nel lontano 2010/2011, Candussi aveva terminato il suo percorso giovanile con la Reyer Venezia, sdoppiandosi anche in Serie D con il Favaro Veneto.

Lungo moderno, dotato di buonissima mano nel tiro dalla lunga distanza, specialmente con le conclusioni frontali, negli ultimi anni ha sviluppato al meglio anche il gioco vicino a canestro ed ora è un’arma pressoché totale sul parquet: con lui, Verona acquisisce sicurezza nei pressi del ferro ed ha un giocatore che, in Serie A2, può viaggiare comodamente in “doppia-doppia” di media.