Pontoni Falconstar, al lavoro per la Serie B

Dalle novità a livello di squadra e dirigenza fino al rinnovamento del palasport: tantissimi gli argomenti in casa biancorossa.

L’avventura della Pontoni Falconstar da neopromossa in serie B è ufficialmente iniziata in settimana con la ripresa delle operazioni, o meglio con il raduno e l’inizio della preparazione precampionato, che per questo primo mese avrà come teatro la palestra Verde stante l’indisponibilità iniziale della Polifunzionale sottoposta ad abbondanti lavori di ristrutturazione necessari per poter disputare a Monfalcone la prima stagione nella terza serie nazionale della società biancorossa.

Il “nuovo” impianto sarà, al completamento delle opere, solo una delle innumerevoli novità in casa Falconstar in vista della campagna 2019/2020. Tanti infatti i nomi nuovi nella rosa a disposizione di coach Gigi Tomasi, dai senior Giulio Casagrande, Davide Zambon e Devil Medizza, agli under Matteo Schina, Giulio Candotto e Gianmarco Gobbato, frutto di una campagna acquisti chiusasi con piena soddisfazione della società per aver mantenuto il legame con il territorio (sono tutti giocatori locali) nonostante le tante partenze, e allo stesso tempo per aver rispettato gli obiettivi strategici a livello tecnico, ovvero il costruire una squadra con adeguata fisicità ed esperienza nella categoria (dopotutto, sotto questo profilo, andavano sostituiti due perni sotto le plance come Skerbec e Kavgic) ma allo stesso tempo corroborata dalla presenza di giovani già pronti all’uso, capaci di gestire tranquillamente il minutaggio che coach Tomasi ha in mente di affidare loro.

Questi atleti vanno ad aggiungersi ai confermati capitan Bonetta, Scutiero, Colli e Andrea Schina, e agli under di casa Soncin, Zuccolotto, Cossaro e Cestaro (sempre che quest’ultimo non scelga di dedicare tutte le energie alla causa di Cervignano, formazione ripescata in C Silver che lo ha avuto in doppio tesseramento nella scorsa stagione). Il gruppo al completo si è ritrovato agli ordini di coach Tomasi, del vicecoach Matteo Franco, e dell’assistant coach Gabriele Gilleri, un’altra delle novità stagionali, arrivato, in questa mansione, al posto di Riccardo Tessarolo che ha lasciato il gruppo per motivi di lavoro.

“Tex” ha lasciato anche il ruolo di direttore sportivo, che già da giugno era stato affidato a Giancarlo Visciano con l’obiettivo di costruire il nuovo gruppo assieme, naturalmente al general manager Rolando Cerigioni. Visciano e Cerigioni sono entrati nel rinnovato consiglio direttivo della Falconstar, assieme all’avvocato Riccardo Bassi e al dott. commercialista Mattia Varesano, che ha curato la trasformazione della ragione sociale della Falconstar Basket da Asd a Ssdrl, in pratica una srl come richiesto dalla norme della Lnp. Visciano, Cerigioni, Bassi e Varesano hanno rimpolpato un consiglio che ha perso il dimissionario Claudio Siardi ma che vede invece confermati Salvatore Palermo (presidente), Sandro Benigni (vicepresidente), e i consiglieri Mauro Zuccolotto, Roberto Grassetti, Paolo Mantoan e Adriano Solidoro.

Fondamentale conferma è invece quella dello sponsor: il connubio tra Falconstar e Istituto Acustico Pontoni prosegue a braccetto. Il rinnovo del rapporto di collaborazione tra la società di via Baden Powell e l’azienda cittadina rende ancora più solido il progetto biancorosso non solo a livello di prima squadra ma anche per quanto riguarda il settore giovanile, dove molto bolle in pentola sia nel maschile che nel femminile. Presente al raduno anche il più grande tifoso della Falconstar, ovvero Sandro Scattolin, fondatore del “piccolo ma agguerrito gruppo Ultras Gate 22”, che ha lanciato via social un appello a tutti gli appassionati locali. “Siamo a poco più di un mese dall’inizio della nuova avventura in serie B della Falconstar e accanto all’ampliamento del nuovo palasport è il momento di pensare al modo migliore per seguire la squadra, per la maggior parte in Lombardia (per 3 delle 4 trasferte venete il mezzo di trasporto sarà il treno). Sappiamo che sarà difficile chiedere al Comune di aggiungere circa 1000 euro, essendo io disabile, per il noleggio di un pulmino con sollevatore per 11 viaggi per continuare a dare il nostro sostegno ai nostri ragazzi come abbiamo fatto nella scorsa stagione, sperando che il nuovo tabellone del quale si parla possa anche consentire di vedere le trasferte come già accade a Trieste. Chiediamo a chi volesse contribuire alle spese di noleggio del pulmino, per uno a 9 posti il costo sarebbe di 15 euro a persona benzina compresa circa a trasferta. Presto dovrebbe essere creata un’apposita pagina per il piccolo ma agguerrito gruppo Ultras Gate 22, per il momento se volete contribuire al nostro progetto cercate Sandro Scattolin su facebook. Non lasciamo il monopolio del tifo triveneto al Basket Mestre e mostriamo che anche il nostro tifo potrà contribuire alle vittorie Falconstar perché UNITI SI VINCE!!”.

La Falconstar si è subito mossa con l’interessamento del dirigente responsabile Giancarlo Visciano che ha coinvolto nel progetto, con successo, la benemerita associazione Un Canestro Per Te. “Grazie all’aiuto di Un Canestro Per Te che ha subito risposto all’appello del nostro primo tifoso Sandro Scattolin – annuncia Visciano – possiamo far sì che sia sempre al nostro seguito e supportare i nostri colori e i ragazzi anche in trasferta! Ancora grazie alla generosità dei ragazzi in arancione, sempre sensibili a sostenere chi ha bisogno di una mano”.