L’Oderzo cade a Murano sotto i colpi di Palavra

Il numero 20 di Ferraboschi, autore di una prova da 38 punti, guida Murano alla vittoria grazie al parziale decisivo del terzo periodo. Primo semaforo rosso per i biancorossi a cui non riesce la rimonta negli ultimi minuti.

Si fermano alla Palestra Marsico di Venezia, in un tiepido pomeriggio d’ottobre, le speranze opitergine di inanellare la terza vittoria, respinte dalla prestazione monstre dell’ala croata a cui la difesa biancorossa non ha saputo mettere freno.

Al primo esame stagionale di un certo livello, contro una formazione quotata come Murano, è arrivata una bocciatura temporanea per il team di Steffé, che ha pagato il lungo passaggio a vuoto del terzo periodo, dopo aver condotto e giocato un primo tempo con buona personalità.

Quella personalità che è improvvisamente sparita al ritorno in campo dopo l’intervallo lungo: qui la Gemini, dopo essere andata sotto sul -8, ha saputo trovare una reazione che ha indirizzato il match.

L’inizio promette bene per gli ospiti guidati dalla coppia VenturelliDiminic (17 punti), mentre Murano si appoggia al gioco vicino a canestro di Palavra (11 punti nel primo quarto) ma estremamante efficace in tutte le zone del campo. Boaro spinge sull’acceleratore e chiude un gioco da tre punti, De Min regala un assist meraviglioso che Alberti sfrutta al meglio e così Oderzo, anche nel secondo quarto, resta sempre in vantaggio. Oltre a Palavra, è Carrara a far vedere buone cose nel pitturato insieme ad un Mazic che, seppure a sprazzi, si conferma essere un innesto di grande qualità. Dopo aver chiuso avanti di 2 il primo tempo, Oderzo allunga in avvio del terzo periodo per il massimo vantaggio esterno (48-40) prima che tre triple consecutive firmate Cagnoni, Cresnar e Sambucco aprano il parziale di 17-0 con cui Murano rivolta la partita. Oderzo si blocca, arrivano alcune palle perse in attacco che levano fiducia e ritmo mentre anche Chiorri sorride dai 6.75 per il sorpasso del 54-51 al 6°. E’ il momento in cui Palavra sale in cattedra, prende rimbalzi, segna e subisce fallo senza che Oderzo riesca a trovare la contromossa difensiva adeguata, finendo col subire 25 punti (e realizzandone solo 11) nella terza frazione che Murano chiude avanti 65-53.

Serve una reazione per riprendere il controllo della partita, reazione che arriva grazie a Boaro, De Min (tripla) e Valesin (65-60) con Ferraboschi costretto al time-out. La mossa paga perché 10 punti di un monumentale Palavra riportano Murano avanti di 12. Finita? Sembrerebbe di si ma il pressing di Ibarra e compagni vale il contro break del 75-71 quando mancano poco meni di 2 minuti al termine. E qui alcuni particolari diventano decisivi: Palavra sbaglia ma Oderzo non controlla il rimbalzo e Sambucco dall’angolo infila la tripla del 78-71, risponde Venturelli (78-74) ma OB spreca la palla del possibile -2 perdendo il pallone. Chiorri e Palavra dalla lunetta riportano il vantaggio interno a due possessi, due liberi di Venturelli valgono il -4 (80-76) a 48” dalla fine prima della tripla di Mazic che chiude, a favore di Murano, il big match della terza d’andata.

MVP ovviamente Palavra (38 punti con 7/11 da 2, 5/12 da 3 e 9/12 ai liberi), mentre per Oderzo le statistiche parlano di 21 punti per Venturelli, 11 per Ibarra e di 10 a testa per Boaro, Alberti e Diminic.

Complimenti a Murano per la vittoria meritata, per i biancorossi una gara a strappi ed un passaggio a vuoto nel secondo tempo di cui sarà utile capire motivi e soluzioni per non ricadere negli stessi errori, a partire dai prossimi due match casalinghi contro Vetorix Mirano e The Theam di Riese.

GEMINI MURANO – ODERZO BASKET 85-78

Murano: Tosi, Magnanini, Mazic  14, Calzolari, Carrara 6, Cagnoni 7, Foltran, Scarpa, Sambucco 11, Palavra 38, Chiorri 4, Cresnar 5. All. Ferraboschi
Oderzo: Pravato, Valesin 6, Boaro 10, Bucciol R., Alberti 10, Ronconi 2, Ibarra 11, De Min 8, Diminic 10, Zaharia, Bucciol T., Venturelli 21. All. Steffé

Parziali: 22-26; 40-42; 65-53
Arbitri: Frigo e Crivellaro