Casarsa manca il colpaccio per un soffio

In casa della favorita del campionato, i casarsesi giocano una partita superlativa ma, nelle fasi finali, subisce il ritorno degli udinesi. che si aggiudicano la posta in palio.

Il team di coach Celotto fa sudare le proverbiali sette camicie all’esperto roster schierato da coach Andriola sin dalla palla contesa: l’alta intensità difensiva e la rapida transizione offensiva dei biancorossi sorprendono Cussignacco, costretta al timeout quando lo score recita 2-20. L’orgoglio dei padroni di casa riesce ad arginare l’entusiasmo degli ospiti, che non riescono a ritrovare la fluidità dei primi minuti.

Cussignacco non si fa scappare l’occasione e nel secondo periodo produce un contro-break che porta le squadre negli spogliatoi sul punteggio di 38-40.

Durante l’intervallo, il “discorsetto” ai suoi, dell’allenatore biancorosso produce l’effetto sperato e, nella terza frazione, la Coop allunga ancora, con un contributo corale che a tratti ricorda quello del primo quarto.

Il vantaggio sale a 12 punti ma, negli ultimi dieci minuti di gara, a scatenarsi è De Simon.
La guardia udinese segna 17 punti, che esaltano i locali, mentre per Casarsa qualche ingranaggio non gira più come prima. Costantini e compagni non mollano, ma il cronometro gioca loro contro. Nonostante gli ultimi assalti, il punteggio finale  si fissa sul 77-75.

Lib. Cussignacco vs Coop Casarsa  77-75 (15-27, 38-40, 49-61)

Lib. Cussignacco: De Simon 19, Del Bianco 1, Lazzati A. 3, Gozzi 10, Lacovig ne, Barazzutti 15, Londero, Lazzati G. 13, Pirai ne, Gabai 6, Principe 10. All. Andriola.

Coop Casarsa: Costantini 15, Stefani 3, Vitolo 12, Liva, Bondelli 4, De Paula 3, Moretuzzo 11, Gerometta 10, Vegnaduzzo 3, Scodeller 10, Castellarin 4. All. Celotto.

Arbitri: Gregoratti e Cotugno