Dolomiti Energia Trentino, al Taliercio non si passa

I bianconeri, nel decimo turno di campionato, cedono ai campioni d’Italia in carica, ancora imbattuti in casa, dopo 40’ di battaglia sportiva: 24 punti per Ale Gentile, 18 per Blackmon. Sabato sera alla BLM Group Arena arriva Brindisi.

MESTRE (VE) – La Dolomiti Energia Trentino lotta per 40’ con qualità e carattere, ma cede ai campioni d’Italia della Reyer Venezia 79-69. I bianconeri partono forte, reggono alla reazione dei padroni di casa, si aggrappano al talento di Gentile e Blackmon nei momenti di difficoltà: tra la fine del terzo e l’inizio del quarto periodo l’allungo decisivo degli orogranata, cinici nel finale a gestire il tentativo dei trentini di restare aggrappati alla partita.

La Dolomiti Energia trova 24 punti da Alessandro Gentile (10-17 dal campo e cinque rimbalzi) e 18 dalle fiammate offensive di James Blackmon (7-16 e otto rimbalzi), ma non riesce a tenere il passo della Reyer con lo scorrere dei minuti. In doppia cifra a referto anche un brillante Andrea Mezzanotte da 12 punti con 3-4 da tre.

Il momento chiave

La Reyer mette la freccia e accelera in chiusura di terzo quarto: sono le triple di Mazzola e Filloy a scavare il solco che permette ai padroni di casa di arrivare, con un buon margine di vantaggio, ai minuti finali e proteggersi dal tentativo di rimonta in extremis ispirato da Blackmon.

Il numero

46 punti dalla panchina per la Reyer, due per i bianconeri.

Parola al coach (Nicola Brienza)

«Voglio dire bravi ai miei ragazzi, perché hanno interpretato bene la partita: non era facile contro Venezia, al Taliercio, ma oggi siamo rimasti uniti per tutti i 40’, abbiamo giocato insieme, di squadra. Ci serviva dopo qualche prestazione non all’altezza da questo punto di vista, e giocando in questo modo poi è più facile che escano le individualità e i talento dei singoli giocatori. Con il passare dei minuti Venezia ha alzato l’intensità e noi siamo un po’ calati, ma fino all’ultimo istante non abbiamo smesso di crederci e di giocare: ora abbiamo una settimana di lavoro da sfruttare per arrivare pronti al match di sabato con Brindisi e giocare una grande partita».