Semaforo verde per il Sistema Rosa Pordenone

Due belle novità alla vigilia del derby con Pordenone in casa Emt Oma,  ovvero Alessio Galeone,  neo-assistente in panchina, e le nuove sopra-maglie griffate. Ma non sono bastate alle gialloblú  giuliane per affrontare con la giusta convinzione, e voglia di emergere, le pari età del Sistema Rosa Pordenone. Infatti  una partita, che sulla carta e classifica alla mano avrebbe dovuto essere piuttosto equilibrata, si è chiusa con l’ennesimo divario quasi imbarazzante,  manco Pordenone fosse una delle regine della classifica. A parziale scusante della scarsa incidenza delle baby giuliane in questo match,  va detto che le naoniane si sono presentate al derby per vincerlo, con un roster completo in tutti i reparti e con un pacchetto di rinforzi,  soprattutto stranieri,  di tutto rispetto e  tutti di marca Reyer Venezia.

Ma veniamo alla cronaca del derby. Nel primo quarto,  emergono subito i talenti di Sistema Rosa Meldere e Zaric ma le ragazze di coach Pelizon tengono botta, grazie a due triple della Zanelli ed alla bomba della De Barba.  La frazione si chiude sul 25 a 15 per Pordenone, ma le gialloblu ‘  giuliane sono sul pezzo e paiono in grado di reggere il confronto.

Nel secondo quarto,  il divario si allarga con il Sistema Rosa Pordenone che avendo una serie notevole di rotazioni controlla il match, anche se le triestine soprattutto in Claudia Zanelli ed Anita De Barba provano a  restare in partita.  Si va al riposo lungo sul 44 a 25 per Pordenone,  ma Trieste,  con voglia e grinta,  potrebbe anche riaprire le sorti dell ‘incontro.

Tuttavia, alla prova del terzo quarto,  le salesiane,  dopo qualche piccolo tentativo di reazione,  cedono completamente le armi con sbagli ripetuti in attacco e grandi ingenuità difensive. Pordenone non crede ai suoi occhi e si porta con grande facilità sul 68 a 28.

Nell’ultimo quarto,  si fa pura accademia e la legione straniera di Pordenone conquista meritatamente i primi due punti in campionato, con il punteggio finale di 89 a 32,  mentre le giuliane avranno tempo e modo per riflettere su una sconfitta che fa davvero male, per il morale e la classifica : ancora una volta l’unico rimedio è il duro lavoro in palestra e , come accade  in casi similari, occorre anche lavorare di testa, per rendere costante e convinto il rendimento di queste ragazze nell’arco dell ‘intero match. I margini di miglioramento per le mule di coach Pelizon sono sicuramente notevoli, ma bisogna provare davvero a crederci. 

Sistema Rosa Pordenone vs Emt Oma Basket Trieste 89 – 32 (25-15, 44-25, 68-28)

Emt Oma Basket: Zanelli 11, De Barba 13, Manzin 2, Giorgesi L. 4, Giacomello 2, Tobou,  Giorgesi E., Possenelli, Bardi, Baroncini. All. Pelizon

Sistema Rosa Pordenone : Zaric 29, Meldere 20,  Sekulic 10, Bartolomew 7, Setti 7, Cella 4, Ugiagbe 6, Sellan 2, Richer 2, Jankovic 2.