Oderzo supera in volata lo Jadran e resta in vetta

In un clima da playoff, la spuntano in rimonta i biancorossi guidati da Diminic (23) e Venturelli (19) e restano in vetta con Padova. Domenica prossima l’ultima gara del 2019 a Bassano.

Chi si aspettava un match di alto livello non è rimasto affatto deluso dalla sfida d’alta classifica andata in scena al PalaOpitergium tra le formazioni dei due allenatori di origine triestina, Steffé e Mura.
Pur con assenze e indisponibilità di peso (Valesin e Spampinato da una parte, Ridolfi e Škrbec dall’altra), chi è sceso in campo ha messo il massimo impegno per provare a strappare all’avversario due punti che, in ottica post season, potrebbero valere più dell’aspetto numerico. Particolare da non sottolineare, poi, è stata una gara giocata a viso aperto con contatti duri, difese arcigne ma senza mai trascendere nella scorrettezza. Merito di tutti i giocatori e della coppia arbitrale che ha diretto bene la partita di cartello della C Gold, al netto di qualche imperfezione.

Pronti via e Venturelli, entrato in campo con grande concentrazione, infila la retina subito da 3 punti, imitato da Boaro e, a ruota, da due giocate sul piede perno di Ronconi e Diminic, Nel mezzo, lo Jadran c’è: il lungo Milisavljevic sorprende per tecnica e concretezza, De Petris aggiunge sostanza e una tripla di Malalan vale il 10 pari dopo 5 minuti. Alle triple di Ronconi e di un ispirato Diminic  rispondono Ban dal cuore dell’area e Milisavljevic  dall’angolo, prima che il centro di 206 cm commetta il terzo fallo sul finire del quarto che vede OB avanti 24-21.

L’equilibrio dura fino alla tripla dall’angolo di Ibarra che vale il 29-28: con il totem triestino in panchina, Oderzo non sfrutta Diminic nel pitturato e lo Jadran, pur in bonus già dopo quattro minuti, ne approfitta mandando a referto tutti i giocatori, colpendo sia in contropiede sia dalla distanza. Due liberi di Venturelli muovono nuovamente il punteggio per Oderzo che, però, subisce ancora le iniziative di Malalan e Zidaric: +9 Jadran e, dopo la sospensione per Steffé, Diminic ritrova finalmente la via del canestro ma lo stesso fa Ban dalla distanza e, con il canestro di Ibarra, le squadre vanno negli spogliatoi sul 44-36 per gli ospiti.

Per riacciuffare il match, Oderzo ha bisogno di alzare l’intensità difensiva ma di fronte ha una squadra ricca di fisicità e talento che, nonostante Diminic continui a segnare dai 6.75 e con Alberti arrivi fino al -5, riesce ad allungare di nuovo portandosi sul +11, massimo vantaggio, a due minuti dal termine. Il fallo tecnico ad Ibarra non sembra preludere a nulla di buono ed invece, nel momento di maggiore difficoltà e con l’inerzia tutta per Trieste, esce il carattere biancorosso che dà la prima spallata al match: Boaro e Diminic indicano la strada, Venturelli la percorre in back door su un assist strappa applausi di Ibarra e, dopo aver recuperato palla costringendo lo Jadran ad un tiro oltre i 24″, è la quarta tripla di Diminic a far alzare decibel e speranze sulle tribune. Oderzo è a solo un punto, partita riaperta.

All’inizio del quarto periodo, emerge sia la stanchezza dovuta alle rotazioni limitate per entrambe le formazioni, sia la tensione in ogni possesso e così i primi tre minuti scorrono senza che il punteggio cambi. Un’altra assistenza di Ibarra per Venturelli vale il ritorno avanti dei padroni di casa ma due giocate sopraffine di Ban gelano subito tutti. Tranne un cinico Diminic, in trance dall’arco dei 6.75, e Venturelli che sfidano, per la gioia degli occhi ma non delle coronarie, Ban e Malalan in una sfida nella sfida. A 1.45 dalla fine, con il Motomarine avanti di 2 , Ronconi infila la tripla del sorpasso, Trieste non produce punti e, nell’azione successiva, Ibarra si traveste da Lupin raccogliendo un tiro cortissimo di Venturelli per trasformarlo da palla persa a canestro del +3. Mura mette l’indice sotto il palmo della mano quando manca poco più di un minuto al termine, al ritorno in campo Ban perde palla e Ibarra mette in contropiede il sigillo che vale una preziosissima vittoria e primo posto.

Doppia doppia per Mise Diminic: 23 punti (2/5 da 2, 5/7 da 3, 4/4 ai liberi, 10 rimbalzi e 30 di valutazione in 37′ in campo). Prestazione da leader di Michele Venturelli, che chiude  con 19 punti (4/8 da 2, 1/7 da 3, 8/9 ai liberi e 5 palle recuperate). In doppia cifra anche Matias Ibarra: per lui 11 punti (3/3 da 2, 1/5 da 3, 2/2 ai liberi, 4 rimbalzi e altrettanti assist).

Nel prossimo turno, l’ultimo del 2019, due sfide ai vertici della classifica: Domenica 22, alle ore 18, le capoliste Oderzo e Padova sfideranno le seconde, con i biancorossi che andranno a far visita all’Oxygen Bassano mentre i patavini ospiteranno Murano.

Oderzo Basket vs Motomarine Jadran 71-66 (24-21, 36-44, 56-57)

Odezo: Pravato, Boaro 5, Bucciol R., Alberti 5, Ronconi 8, Ibarra 11, Diminic 23, Spampinato, Zaharia, Ongaro, Bucciol T., Venturelli 19. All. Steffé

Jadran: Gregori 3, Zidaric 2, Ban 21, Sosic, Cettolo 4, De Petris 9, Malalan 13, Daneu 5, Skrbec, Pregarc, Milisavljevic 9. All. Mura

Arbitri: Langaro e Bastianel

Ufficio stampa Oderzo Basket