Tecnica e tattica. Davide Brecciaroli

Per la nostra rubrica “Tecnica e tattica” oggi ci avvaliamo della collaborazione di Davide Brecciaroli, tecnico dell’Humus Sacile, allenatore nazionale di primo livello, responsabile del settore tecnico della società friulana.

Il tema dell’articolo odierno sarà sulle collaborazioni difensive semplici con focus sugli aiuti i cambi e le rotazioni. Molto adatto per categorie giovanili.

Fase di attivazione

Obiettivo: scivolamenti difensivi, corsa, tecnica del close out

Diagr.1) Scivola +corri +closeout

OBIETTIVO: Curare tecnica dello scivolamento, curare la trasformazione dallo scivolamento alla corsa, tecnica del close out

3 MINUTI

Diagr.2) Difesa sulla penetrazione, attacco palleggio di arretramento, vola a fare close out

3 MINUTI

Diagr.3) Stessa cosa dell’esercizio precedente con anticipo sul coach e attaccare canestro opposto

3 MINUTI

Fase Centrale

Obiettivo : auto, cambio, rotazioni

Diagr.4) Aiuto sulla penetrazione. Il difensore sul lato debole più vicino alla linea di penetrazione, è il responsabile dell’aiuto.

Timing: quando l’uomo con la palla attacca il pitturato in palleggio e si guadagna un vantaggio battendo il proprio difensore (DIFENSORE=BIRILLI),questo è il segnale per far partire l’aiuto.

Obiettivo: il difensore in aiuto deve chiudere la linea di penetrazione prima che la palla entri nell’area dei 3 secondi, subire sfondamento.Chiudere con l’uso delle mani le linee di passaggio verso il lato debole. Sullo scarico del penetratore rimanere accoppiati con questo, ed effettuare taglia fuori.

7 MINUTI

Diagr.5) Recupero sul penetratore. Difensore battuto deve cercare di tenere almeno il contatto spalla a spalla durante la penetrazione. Sull’arresto del palleggio davanti all’aiuto del compagno ( aiuto= birilli), corre e ruota sul giocatore del lato debole rimasto libero. Attaccante che parte con vantaggio spalla a spalla con difensore girato dalla parte opposta.

7 MINUTI

Obiettivo: Portare il penetratore sull’aiuto e fare un cambio difensivo verso chi riceverà lo scarico, con lo scopo di fargli mettere la palla a terra e non sul centro.

Diagr.6) 2vs2Aiuto e cambio. Uniamo le due situazioni difensive precedenti alternando la posizione del giocatore sul lato debole ( ala ,angolo,post medio,post basso). In questa fase dopo aver visto le competenze individuali si mira alla collaborazione tra i due compagni.

7 MINUTI

Obiettivo: correggere errori di spazio e tempo, dove chiudere la penetrazione, l’uso delle mani per chiudere scarichi diretti e rapidi.

diagr. 7
diagr. 8

2vs2+Appoggio aiuto e rotazione (diagr.7 + diagr.8) Mettiamo un appoggio in più sul lato debole (Coach “C”) X1 dopo aver cercato di recuperare su 1 ruota sul giocatore sul lato debole che non riceve lo scarico. A differenza della situazione precedente X1 ha però due passaggi per recuperare sull’avversario.

7 MINUTI

3vs3 Si aggiunge alla progressione un difensore sul lato debole X2 che non è quello piu vicino alla linea di penetrazione. La sua competenza individuale sarà la linea della palla . Se questa si abbassa quando la palla sta attaccando il canestro ( in penetrazione o con un passaggio per esempio in post basso) X2 si deve portare sulla stessa ( Diagr.10+Diagr11) . La sua posizione è aperta sul lato debole e con la testa e lo sguardo volto a vedere sia la palla che i due giocatori 2 e 3 per sapere come si sviluppa il gioco, nonchè di spezzare eventuali tagli verso la palla di 2 o 3.

7 MINUTI

Parte finale: verifica

4VS4 Tenere due penetrazioni. Aggiungiamo la quarta fila con un attaccante e difensore in angolo lato forte ( 4 e X4). Il difensore lato forte non deve intervenire in aiuto sulla penetrazione sul suo lato , ma potra’ al massimo fare una finta d’aiuto. (DIAGR.12).

Una volta sviluppata la collaborazione a tre (DIAGR.13) , 1 dopo la penetrazione e lo scarico spazia in angolo, e 4 rimpiazza nello spazio lasciato vuoto da 1 , X3 e X4 devono essere posizionati per riuscire a chiudere nuovamente un altra penetrazione di 2 o 3 dal lato opposto, con la chiusura di X3 mentre X4 si prepara ad uscire sullo scarico di 2. (DIAGR.14 e 15)

15 MINUTI

5VS5 ( Diagr.16/17/18) 20 MINUTI Quattro fuori e uno dentro. Aggiungiamo un quinto giocatore interno 5 con un difensore X5 che diventa il difensore piu’ vicino alla linea di penetrazione.Pertanto la competenza nella collaborazione , che diventa a quattro sono le seguenti:

X5 chiude la penetrazione, X3 si porta sul 5 che diventa lo scarico più pericoloso, X2 è aperto e si abbassa sulla linea della palla tra 2 e 3 pronto ad uscire sullo scarico. (Diagr16). Se la palla vola in angolo a 3 oppure in ala a 2 i due difensori X1 e X2 ruotano come visto negli esercizi precedenti . (Diagr.17 e Diagr18)

10 minuti di tiro a coppie