Riprende l’attività dell’Humus Sacile

In questi giorni è stata finalmente sdoganata l’attività sportiva, così anche l’Humus Basket Sacile sta organizzando allenamenti all’aperto con le sessioni outdoor presso il campo parrocchiale di San Giovanni del Tempio, a Sacile. Dal lunedì al venerdì, dalle 17.30 alle 20, si alleneranno i gruppi dal 2001 al 2007 (da U15 a U18). A guidare le operazioni, in linea con le disposizioni sanitarie, gli allenatori Fausto Colombera, Andrea Zaghet, Alberto Marletta e Davide Brecciaroli.
Non solo: la società liventina collaborerà nella gestione dei centri estivi dal 15/6 al 14/8 alla Colonia Tallon di Sacile.

Relativamente alla prossima stagione sportiva, grande attenzione sarà incentrata sul settore giovanile. Accanto al crescente gruppo dei piccoli del Minibasket, l’Humus iscriverà le proprie squadre ai campionati di categoria U15, U16 e U18 mentre per i più piccoli U13 sarà possibile una collaborazione con Fontanafredda che potrebbe rappresentare un ottimo viatico per future intese anche con altre realtà del territorio.

Nel piano di sviluppo societario, con al centro la creazione di una Academy per formare giovani attraverso lo sport, l’idea è di creare meccanismi di premio dei migliori talenti che si distinguano non solo per meriti sportivi ma anche in ambito sociale e scolastico per premiarli, al termine di un percorso pluriennale, con un’esperienza collettiva all’estero, sempre nell’ambito della pallacanestro. Il progetto Academy, che richiederà molto tempo, sarà attuato con l’aiuto di altre associazioni sportive, il supporto degli sponsor, la collaborazione delle famiglie e delle istituzioni.

Fra i progetti in scaletta, infine, ci sono anche delle collaborazioni con alcune associazioni che operano sulle disabilità.

Simone Pizzioli