Cantù e…l’isolamento. L’Allianz Trieste in attesa

I biancorossi dovranno partire sabato per la trasferta brianzola, ma al momento sono nove i giocatori fermi in casa Acqua San Bernardo

Sono nove i giocatori “sotto controllo”, in casa Acqua San Bernardo Cantù: la prossima avversaria di campionato dell’Allianz Pallacanestro Trieste non versa di certo in buone condizioni e, anche da qui, il rinvio della partita dell’ultimo turno di campionato con la Dè Longhi Treviso.

Tre i giocatori positivi al Covid19 e altri sei con la febbre: tutti quanti gli elementi sono stati posti in isolamento.

Di certo un bel problema per coach Cesare Pancotto, un volto noto in quel di Trieste per la sua militanza in panchina diversi lustri fa: impossibile programmare un piano di allenamenti regolare, mentre un altro giro di tamponi è stato programmato per poter aggiornare la situazione in tempo.

In un campionato che si sta pian piano “spezzettando” ed ha avuto diversi casi di Covid19 all’interno dei vari team, l’intento della Lega è però quello di proseguire con la stagione, pure se alcuni club (primo fra tutti la Virtus Bologna) vorrebbero stoppare momentaneamente le competizioni, anche alla luce dell’impossibilità di far accedere il pubblico.

Trieste rimane alla finestra, in attesa di sapere se sabato potrà partire o meno alla volta della Brianza: ai posteri (anzi, ai tamponi), l’ardua sentenza…