Rucker Academy, sospensione degli allenamenti fino al 24 novembre

Sono stati giorni frenetici in cui tra DPCM e altri atti governativi, interpretazioni e dibattiti tra Ministeri e Federazioni sportive, si sono susseguite varie ipotesi circa la possibilità di continuare ad allenarsi, con quali modalità – individuali o collettive – e in quali ambienti, se in palestra o in spazi aperti.

Con la nota della FIP di ieri, che di fatto sospende tutte le attività federali legate al settore giovanile e al minibasket fino al 24 novembre, ci troviamo costretti a dover fermare gli allenamenti di tutte le nostre compagini, a partire dai minicestisti, che avevano ripreso l’attività da pochi giorni, fino all’Under 18 Eccellenza.

Ci dispiace tanto, inutile dirlo, non poter offrire al momento svago, divertimento e insegnamento della pallacanestro, quello che abbiamo sempre fatto con passione e tanto impegno. Ma sappiamo benissimo le ragioni che stanno alla base di questo tipo di provvedimento e non possiamo che rispettarlo e farlo rispettare ai nostri atleti.

Ai quali ci sentiamo in dovere di dare qualche consiglio, in primis per la loro salute e, in secondo luogo, per vivere questo periodo con quel senso di responsabilità che proviamo a condividere con loro e le loro famiglie all’interno della Rucker Sanve. Le norme vanno rispettate, per il bene collettivo, usate la mascherina dove prescritto e le norme di igiene che possono limitare la diffusione del virus.

Poi speriamo che questa interruzione sia più breve possibile; noi nel frattempo continueremo a restare in contatto per essere pronti al rientro, quando sarà consentito ritornare in campo in sicurezza e senza mascherina.

Qui sotto link e testo della nota ufficiale della FIP:

DPCM 24 Ottobre 2020. Una nota della FIP

A seguito dell’emanazione del DPCM del 24 ottobre, e considerate le diverse interpretazioni che ne sono state fatte, la Federazione Italiana Pallacanestro precisa quanto segue.

Nel rispetto delle valutazioni che ciascun ente è libero di poter fare riguardo il suddetto Decreto governativo, la FIP ritiene responsabilmente di non poter considerare “di interesse nazionale” tutti i campionati diversi da Serie A, A2, B maschile e A1 e A2 femminile.

La situazione sanitaria del Paese, a seguito della pandemia da COVID-19, sta assurgendo a livelli di massima attenzione, non solo nel comparto sportivo, ma a tutti i livelli della società.

La norma, per come espressa, può lasciare spazio ad una interpretazione “letterale”, tale da indurre ad iniziative estensive della stessa, ma il senso civico e la ferma volontà di proteggere la salute di tutti i propri tesserati, delle loro famiglie e dei loro cari in generale, hanno condotto la FIP ad interpretare il DPCM dello scorso 24 ottobre solo ed esclusivamente nello spirito con cui è stato emanato e quindi optare per la sospensione di tutta l’attività regionale, giovanile e minibasket fino al prossimo 24 novembre.

Ufficio Stampa Fip

http://www.fip.it/news.aspx?IDNews=13163

Ufficio stampa Rucker Sanve