L’Apu OWW Udine rompe subito il ghiaccio: battuta Mantova

Formazione quasi al completo per Matteo Boniciolli, costretto a rinunciare solo a John Paul Onyekachi Agbara rimasto a Udine per proseguire la riabilitazione per l’infortunio alla spalla destra. Stesso discorso per Emanuele Di Paolantonio che recupera tutti gli elementi della rosa, colpiti nelle scorse settimane dal Coronovirus. Quintetto di partenza bianconero con Giuri, Johnson, Mobio, Antonutti e Foulland.

A siglare il primo canestro del pomeriggio è Giuri dopo 25 secondi (0-2), al quale risponde immediatamente Bonacini (2-2). Dopo una fase di studio iniziale, gli Stings prendono fiducia e l’Apu Old Wild West Udine sembra accusare il colpo. Cortese (tripla), Weaver e James in due minuti portano a 6 i punti di vantaggio sugli ospiti (15-9). A metà periodo la tripla di Giuri dimezza lo svantaggio dei friulani (15-12), ma Ghersetti a 3 minuti e 37 secondi dalla prima sirena riporta i lombardi sul +6 (20-14).

La squadra di Boniciolli alza immediatamente la testa e con la coppia Italiano-Amato riesce a rimontare (20-21) a un minuto e 56 secondi dalla fine del primo periodo. Nel finale però gli Stings sfruttano qualche lacuna difensiva dei bianconeri e chiudono il primo periodo sul 27-22. L’Apu scende in campo nel secondo quarto con un Pellegrino particolarmente ispirato: sono tutti suoi i punti che consentono all’Old Wild West di rimontare lo svantaggio (27-29) in soli due minuti. Italiano poi firma il +5 (27-32). Nonostante la maggiore lucidità e la migliorata efficacia sotto canestro, Mantova si avvicina pericolosamente a quattro minuti dall’intervallo con Bonacini (38-39). E’ Antonutti questa volta a trainare i suoi realizzando prima due liberi (fallo di Ghersetti) e mettendo a segno il +7 (38-45) dopo un altro canestro vincente di Pellegrino. Nell’ultimo minuto prima Amato ribadisce il distacco (41-48), poi Antonutti firma il 43-50 con il quale si va all’intervallo.

Nel terzo periodo gli Stings provano subito ad annullare le distanze con Weaver (45-50) e Cortese (47-50), ma Udine non si lascia sorprendere. Nemmeno quando Weaver mette a segno la tripla del 50-52 dopo 2 minuti e 15 secondi di gioco. Da lì inizia lo show di Antonutti, Pellegrino, Giuri e Deangeli che indirizzano l’incontro a suon di triple: a metà periodo sono 14 i punti di vantaggio degli ospiti (50-64). Il +15 a 3 minuti dalla terza sirena, invece, porta la firma di Amato (55-70). Nel finale di periodo si sblocca anche Johnson (64-75) e Nobile fissa il terzo parziale (66-77).

Nel quarto periodo Udine riesce a sfruttare la panchina lunga, controllando l’incontro con estrema lucidità. Johnson, rimasto in ombra per alcuni tratti del match, mette a segno canestri pesanti, al pari della tripla realizzata da Amato a 2 minuti e 21 secondi che consente ai bianconeri di portarsi sul +19 (76-95). Finale 81-99.

Staff Mantova vs Apu OWW Udine 81-99 (27-22, 43-50, 66-77)

Staff Mantova : Infante 1, Mirkovski ne, James 21, Ferrara, Albertini ne, Ghersetti 15, Maspero 4, Cortese 16, Bonacini 13, Flan ne, Weaver 11, Ziviani. All. Emanuele Di Paolantonio.

Apu OWW Udine : Johnson 16, Deangeli 5, Amato 13, Schina ne, Antonutti 16, Mobio 5, Foulland 3, Giuri 11, Nobile 4, Pellegrino 17, Italiano 9, Azzano ne. All. Matteo Boniciolli.

Arbitri: Salvatore Nuara (Treviso), Daniele Caruso (Milano), Alberto Perocco (Ponzano Veneto, Treviso).

Uff. stampa Apu OWW Udine