La Delser con i piedi per terra e la testa alla gara con Mantova

Senza il sostegno del tifo arancione, ma trascinate da una voglia matta di continuare a stupire. Proseguono le sfide ad alta quota per la Libertas Basket School Udine, attesa, mercoledì 25 novembre, ore 19 (diretta streaming sulla nostra pagina YouTube), dal recupero casalingo contro il Basket 2000 San Giorgio, seconda forza del Girone Nord a pari punti con le friulane (ma una gara in più disputata).

Il team del neo-tecnico Massimo Borghi arriva al match del “Benedetti” carico del successo ottenuto nell’ultimo turno ai danni di San Martino di Lupari (65-71), il terzo consecutivo. Sul parquet dell’impianto udinese, le virgiliane puntano al poker. E perché no, a replicare l’exploit della stagione 2019/20. Allora infatti, la compagine biancorossa, da matricola nel torneo cadetto, ottenne bottino pieno dalla trasferta a casa della Delser.

Rinnovata ad oggi nel roster, Mantova è ancora squadra audace, insidiosa. Ostica. In questa fase di abbrivo stagionale, ha sorpreso positivamente addetti ai lavori e bookmakers per la pallacanestro espressa: un gioco frizzante, fatto di buona intensità su entrambe le metà del campo.

Giulia Monica è il totem, esperienza combinata a un innato talento offensivo. Play classe ’87, è l’eroina della cavalcata sangiorgina dalla C alla Serie A2. Ilaria Bernardoni, guardia fulminea, rientra fra le top scorer griffate MantovAgricoltura. La new entry, Florencia Llorente, può calamitare a sé ogni rimbalzo. Dinamica, l’argentina è al contempo spigolosa sotto le plance.

A mettere nel mirino il match di domani è il capitano LBS Eva Da Pozzo.

Eva, che umore c’è in spogliatoio dopo la vittoria con Sanga?

«Siamo molto contente per quanto fatto sabato scorso, siamo cariche ma ferme al tempo stesso nel desiderio di mantenere i piedi per terra, di conservare la nostra mentalità umile. L’atteggiamento avuto con Milano, ma anche con Alpo a fine ottobre, deve essere lo stesso messo in campo contro tutte le altre squadre, Mantova inclusa».

Mantova che lo scorso anno lasciò Udine coi due punti in tasca…

«Al di là dei ricorsi storici, Mantova è una squadra che sta facendo bene in questa prima parte di campionato. Senz’altro arriveranno spinte da un forte entusiasmo, accentuato anche dal successo nel turno precedente. Sarà una partita difficile, ma noi vogliamo far valere il fattore campo, partendo da una difesa forte, agguerrita su tutti i palloni».

Fattore campo, ma senza pubblico.

«Sarà dura non avere il supporto dei nostri tifosi. Sappiamo però che ci seguiranno da casa, magari provando a trasmettere ugualmente l’entusiasmo e la grinta che riescono sempre a darci dagli spalti».

Ufficio Stampa LBS Udine – Simone Narduzzi