L’Umana domenica incontra l’Allianz Geas

Secondo impegno casalingo consecutivo per le lagunari che, dopo il convincente successo ottenuto contro la Virtus Segafredo Bologna, inaugureranno il nuovo anno incontrando la formazione allenata da coach Cinzia Zanotti.

Le sestesi, dopo un avvio convincente che le ha viste soccombere solo alla prima di campionato proprio contro le orogranata, hanno inanellato successivamente tre vittorie consecutive, per poi incagliarsi nello scoglio Covid, che le ha costrette a presentarsi con sole sei giocatrici contro Sassari, cedendo inevitabilmente dopo la prima parte della gara.

Match particolarmente sfortunato quello con le ragazze sarde, nel corso del quale si è gravemente infortunata Sara Crudo, tuttora ferma ai box dopo l’intervento chirurgico al quale è stata sottoposta. Slittati a fine novembre e oltre i confronti successivi, le lombarde si sono aggiudicate le partite con Campobasso e il derby con Costa Masnaga, prima di arrendersi, non senza aver lottato orgogliosamente, a Schio e a una Virtus Segafredo Bologna trascinata dal proprio terzetto di straniere autrici di ben 52 punti sui 72 complessivi. Senza problemi il recupero con Vigarano e contro una Broni senza straniere e, per questo, decisamente asfittica in fase offensiva. Avverso, infine, l’epilogo dell’ultimo match disputato tra le mura amiche, che le ha viste “scivolare” in modo forse inaspettato con Empoli, capace di espugnare il PalaCarzaniga grazie a un’ottima prova corale.

Ritornando alla gara d’andata contro l’Umana, è fondamentale ricordare come la squadra di Sesto San Giovanni abbia ceduto le armi alle veneziane solo nell’ultimo quarto dopo tre periodi equilibratissimi. Nell’occasione, il “volo” definitivo dell’Umana fu siglato dalle performances di Bestagno, Carangelo, Anderson, Petronyte e Fagbenle, tutte in doppia cifra.

In attesa dell’ultimo recupero contro Ragusa, il Geas non lascerà sicuramente nulla di intentato per effettuare il “colpaccio” sul legno del Taliercio. Le orogranata dovranno pertanto imporre il loro ritmo, supportate dalla loro attuale ottima condizione, per superare un avversario storicamente ostico e imprevedibile per poi proseguire il loro cammino in un gennaio caratterizzato da molteplici impegni sia sul fronte italico che su quello europeo con la partecipazione alla Conference 2 dell’Eurocup Women in programma dal 19 al 22 nella “bolla” francese di Landernau.

(s.v.) Uff. stampa Umana Reyer