Guerriero Padova, terzo stop di fila: Senigallia passa al PalaGozzano

Matura, in una serata che più storta non si può, la terza sconfitta consecutiva del Guerriero Padova. Nella settima giornata d’andata della Serie B Old Wild West (girone C/1), l’UBP lascia due punti pesanti sul parquet amico del PalaGozzano, venendo battuta dalla Goldengas Senigallia. Era una gara da vincere dopo la doppia battuta d’arresto in Friuli, ma i ragazzi di Giuliano Calgaro hanno giocato con eccessiva tensione e frenesia, tirando con pessime percentuali nell’intero arco di gioco.

1° quarto. La tegola tra capo e collo arrivava già nei primi sussulti dell’incontro: dopo un avvio promettente dei padroni di casa (7-0), Chinellato era infatti costretto a uscire per una contrattura muscolare. Il vantaggio padovano si rivelerà del tutto effimero, perché la scarsa precisione al momento della conclusione spiana la strada all’avanzata marchigiana (11-12). Senza Chinellato, Padova perde il suo principale terminale offensivo: coach Calgaro rimescola le carte sugli esterni inserendo Bruzzese e Tognon, ma non risolve il problema delle medie al tiro che restano deficitarie soprattutto dalla lunga distanza (1/12) all’interno di un primo parziale aperto (13-16).  

quarto. Cicconi Massi è il protagonista di Senigallia nell’abbrivio della seconda decade, capace di scardinare per tre volte la difesa patavina (18-29). L’UBP continua ad attaccare in maniera caotica e la formazione di Paolini ne approfitta per issarsi sul +13 (18-31). Cinque punti consecutivi di Coppo e una tripla di Andreaus tamponano l’emorragia verso la fine del primo tempo (26-31), ma la Goldengas rientra negli spogliatoi a metà gara con un meritato +8 (26-34).   

quarto. All’inizio dei secondi 20’, l’Unione tenta di rimettersi in carreggiata (32-36), ma si scontra contro la granitica difesa marchigiana precipitando a -14, incassando un break eloquente (32-46). Senigallia tiene alta la pressione difensiva e quando riparte in transizione diventa micidiale (34-51). Anche con tre piccoli come Bruzzese, Cecchinato e Tognon, l’attacco del Guerriero fatica a trovare soluzioni contro la difesa schierata della Goldengas, che a margine del terzo periodo è sempre in controllo sul +17 (36-53). 

quarto. Nei primi minuti dell’ultima frazione si segna pochissimo: i padroni di casa riescono a produrre un piccolo break ai liberi, sprecando però davvero troppo anche vicino al ferro (40-53). La tripla di Bruzzese (tra i più propositivi dell’Unione) vale il -12 (43-55) e poco dopo c’è anche il piazzato del -10 di Campiello (45-55). Dall’altra parte, però, Senigallia si dimostra lucida e mortifera castigando dall’arco (45-58). Intanto anche Coppo deve uscire malconcio dal campo, dopo un’entrata a canestro (47-63). Tognon rintuzza a -11 (52-63), ma ormai il match è già ai titoli di coda. Finisce 52-68: un altro ko difficile da digerire, ma che deve rappresentare uno stimolo ulteriore per il riscatto che dovrà passare dalla stracittadina di mercoledì prossimo con la Virtus Padova, quando sempre al PalaGozzano (ore 20.30) andrà in scena il recupero della terza giornata d’andata.      

Guerriero Padova vs Goldengas Senigallia 52-68

Unione Basket Padova: Zocca ne, Tognon 5, Chinellato 6, Scattolin, Cecchinato 2, Borsetto, Coppo 5, Cazzolato 5, Andreaus 5, D’Andrea 4, Bruzzese 7, Campiello 13. All. Calgaro. Ass. Garon e Mainente.

Pallacanestro Senigallia: Pierantoni 15, Giacomini 8, Serrani ne, Giunta 2, Centis, Gurini 9, Giuliani ne, Cicconi Massi 10, Costantini ne, Moretti ne, Pozzetti 11, Peroni 13. All. Paolini. Ass. Peverada e Ruini.

Arbitri: Charugi di Pontedera (Pi) e Melai di Santa Maria a Monte (Pi).

Note: parziali: 13-16, 13-18 (26-34), 10-19 (36-53), 16-15 (52-68). Tiri liberi: Padova 10/13, Senigallia 6/13. Tiri da due: Padova 12/36, Senigallia 19/38. Tiri da tre: Padova 6/33, Senigallia 8/25. Rimbalzi: Padova 47 (28+19), Senigallia 43 (32+11). Uscito per 5 falli: Scattolin (38’).

Uff. stampa UBP