L’Alpo soffre ma vince a Sarcedo

Vittoria sofferta di Drain by Ecodem Alpo che espugna il parquet di Sarcedo (52-55) al termine di un match dai due volti. Primi due quarti straripanti per l’Alpo Basket che mette a segno 23 punti nel primo quarto e 17 nel secondo (24-40 a metà partita). Tutt’altra musica nella ripresa dove la formazione di Soave realizza 15 punti (9 nel terzo periodo e 6 nel quarto) rischiando seriamente di gettare alle ortiche quanto di buono fatto precedentemente. 

Primo quarto equilibrato fino al 12-13, la tripla di Dell’Olio dà il via al break ospite che dirà 0-10, proseguirà con il cesto di Mosetti e con 5 punti consecutivi ancora di Dell’Olio che fissa il punteggio sul 12-23. Negli ultimi due minuti di questa frazione non segna più nessuno, se si eccettua Pieropan che, sulla sirena di fine tempo, indovina una tripla dalla propria metacampo e al primo mini-intervallo il risultato è 15-23.

Nel secondo quarto il vantaggio esterno si mantiene sempre oltre la doppia cifra: Sarcedo litiga con il canestro realizzando 2 punti in quasi 7 minuti di gioco. Drain by Ecodem ne approfitta e sale al massimo vantaggio della serata, +17 (17-34) dopo la tripla di Conte e il canestro in sospensione di Dell’Olio. La difesa veronese fa la differenza in questo quarto, tanto che le padrone di casa non vanno oltre ai 9 punti segnati nell’intero periodo che l’Alpo archivia su un rassicurante +16 (24-40).

Nel terzo periodo le parti si invertono: le biancoblù mettono a segno 3 punti (tripla di Mancinelli) nei primi 9 minuti e stavolta è Sarcedo ad approfittarne: 19-3 il parziale vicentino e partita completamente riaperta (40-43). Negli ultimi 52 secondi di questa frazione però le ospiti si svegliano di colpo e trovano un prezioso 0-6 frutto dei liberi di Conte e dei panieri da fuori di Mancinelli e Vitari (40-49 all’ultimo riposo).

Nella frazione conclusiva la stanchezza si fa sentire e si vedono pochissimi canestri: la tripla di Coser tiene a distanza la formazione di Zimerle (44-52) poi però si spegne la luce in attacco per l’Alpo Basket che metterà a segno 3 punti in più di 9 minuti. Ciò nonostante Sarcedo non riesce mai nell’operazione sorpasso, anche perché davvero non segna proprio nessuno. A 4 minuti dalla sirena finale è ancora +5 (48-53), a 3′:14″ Merlin mette il canestro del -3 (50-53), poi il punteggio non si muove più fino a 31 secondi dal gong. A 44 secondi dal termine Dell’Olio da sotto sbaglia il “rigore-partita”, la solita Merlin invece infila il cesto del 52-53 a -31 secondi, sul ribaltamento di fronte Vespignani fallisce la tripla ma il rimbalzo è di Reani che congela il pallone sino a 3 secondi dalla fine quando Mancinelli subisce fallo e va in lunetta dove è glaciale (52-55). Dopo il time-out palla a Pieropan che, “soffocata” dalla difesa biancoblù, tenta un improbabile gancio da tre e le veronesi possono così festeggiare questo soffertissimo successo, il quinto consecutivo.

Andrea Etrari – Uff Stampa Alpo Basket ‘99