Casarsa perde lo scontro diretto con Lignano

Ottava partita di andata del girone ovest di serie D e, a contendere il referto rosa ai giovani di Bosini, arrivano i ragazzi di coach Bertinotti.

Pronti via ed è subito una tripla da ex con dedica rivolta ad una parte del pubblico per Pitton ad aprire le danze. Casarsa reagisce subito, 4-3 e primo vantaggio casalingo. Poi è blackout totale e Lignano ne approfitta con ottime soluzioni sotto le plance di Lo Giudice. 4-9 e subito time out per Bosini dopo soli 4’. Al rientro è tripla ospite da rimessa laterale, 6-12 ma è Cudia ad andare in penetrazione, subire fallo su canestro, realizzare il libero e pareggiare la bomba appena subita. Pitton vuole lasciare il segno sul match, subisce fallo su tiro da oltre la linea dei 3pt, fa 2/3 ai liberi ma il rimbalzo è ancora ospite e con 4 punti in una sola azione, Lignano vola sul 7-16. A -2,48 è ancora Cudia con una tripla a suonare la carica per i suoi, 13-18, ma Lignano è brava ad amministrare il vantaggio accumulato e chiude la prima frazione sul 15-22.

Casarsa fatica ad attaccare la zona ospite e al 14’ è Lignano ad andare in doppia cifra di vantaggio, 19-32, avendo la meglio su ogni tipo di rimbalzo, sia difensivo che offensivo. Volano gli ospiti e un bellissimo sottomano in mezzo all’area casarsese di Andreatta è l’emblema del momento no dei ragazzi di Bosini. Non entra più nulla e nuovo time out casalingo al 16’ sul massimo vantaggio ospite, 21-36. Ci prova ancora Cudia da 3 punti, poi è lui a servire l’assist a Fasan per una nuova bomba: 27-36 e time out tattico di coach Bertinotti ad interrompere il buon momento dei pordenonesi. Parziale interno di 8-0 con Lizzani protagonista di un bel canestro in semigancio e poi tripla siderale di capitan Stefani. Casarsa è viva, 32-36 e ancora 1’ alla pausa lunga. A chiudere il primo tempo ancora 2 punti di Lo Giudice, 32-38,  ma Casarsa ha raddrizzato un match che sembrava ormai segnato.

Ad inizio secondo tempo bastano 2 minuti per riportare il vantaggio degli ospiti in doppia cifra, 34-44, 36-47 dopo la tripla di un onnipresente Lo Giudice. È solo Lizzani a provarci per i colori biancorossi, difende alla morte su Lo Giudice e sotto le plance avversarie fa la voce grossa.
Fasan si inventa un canestro in “scivolata”, sbagliando però il libero supplementare. 44-51 e -4’ alla fine della terza frazione. 4 punti consecutivi di Centis di puro talento, portano a -5 i locali, ma Lignano è brava ad arginare ogni tentativo di sfuriata dei giovani di coach Bosini. 51-58 e ultimi 10’ di gioco per strappare un referto rosa fondamentale per la classifica visto che entrambe le formazioni viaggiano a braccetto sui bassifondi, ferme a 2 punti.

Dopo 3’ e 1/2 di ultima frazione, si sperava di assistere ad uno spettacolo pirotecnico di fuochi artificiali, ma Casarsa è spenta, incapace a reagire e gli ospiti fanno il minimo indispensabile per tenerla a distanza.
Nemmeno il timeout di Bosini serve a spronare i suoi, arresi ad una partita persa prima del fischio finale. La squadra udinese non fa nulla per chiuderla ma Casarsa non fa nulla per riacciuffarla e a -3’ dall’ultima sirena, il tabellone canta 57-71. Poi la sveglia che non ti aspetti, tripla di Stefani e “veronica” di Cudia in mezzo all’area che serve su un piatto d’argento un “and one” per Lizzani, per un parziale di 6-0 che avrebbe potuto riaprire le sorti dell’incontro. Ma la fiammella è debole e si spegne dopo solo 60”. Lignano galleggia sino alla sirena finale e porta a casa una importantissima vittoria esterna.

Casarsa ha tanto da recriminare per aver giocato una partita importantissima con troppa sufficienza.

Ma sentiamo cosa ha da dire Lizzani uno dei protagonisti della gara:

Purtroppo non siamo entrati in campo con la mentalità e l’approccio giusto sulla partita – riconosce Lizzani – e nel primo quarto abbiamo subito un parziale notevole quasi fin da subito. Per qualche minuto gli avversari hanno giocato a zona in difesa e nelle prime azioni ci hanno messo in difficoltà perdendo qualche palla. Purtroppo non siamo riusciti a recuperare lo svantaggio accumulato nel primo quarto per tutta la partita. Peccato perché era una gara alla nostra portata che si poteva vincere…Speriamo di rifarci nella prossima portando a casa i due punti.

Nord Caravan Roraigrande, squadra di metà classifica, sarà il prossimo avversario in trasferta domenica prossima alle ore 18:00.

Coop Casarsa  vs  Lignano Basket  65-74 (15-22, 17-16, 19-20, 14-16)

Coop Casarsa: Cavazzoni, Cudia 13, Lizzani 18, Stefani 9, Mazzeo, Muzzo, Fasan 9, Zanet 4, Liva 1, Centis 11, Hushi. All.Bosini, Ass.Cappellaro

Lignano Basket: Giacomel, Bettin, Pittana, Colussi 3, Casoli L.6, Casagrande 6, Andreatta 13, Pitton 7, Casoli S., Lo Giudice 28, McCanick 11. All.Bertinotti, Ass.Mostrati

Arbitri: De Tata e Pittalis

Uff. stampa Pol. Casarsa