Coach Ramagli: «Tosta e intensa, questa è San Severo»

11° giornata di campionato per la Tezenis Verona che sabato, in anticipo con palla a due alle ore 20:30, affronterà all’AGSM Forum l’Allianz Pazienza San Severo. Un match che di fatto lancia la volata per la qualificazione alla Coppa Italia, appuntamento che raggrupperà le prime quattro formazioni di ogni girone al termine dell’andata.

Coach Ramagli, introducendo il prossimo appuntamento, ha analizzato: “Dopo dieci partite di campionato possiamo fare delle considerazione sul rendimento delle squadre che fanno parte del nostro girone. Considererei due formazioni che hanno fatto più di quanto ci si potesse aspettare: una è Ravenna, che però aveva una struttura di squadra già consolidata, e l’altra è assolutamente San Severo, che ha sorpreso tutti perché è una squadra rinnovata, ha lanciato tanti giovani e diversi giocatori che fino ad ora hanno passato la loro carriera in serie B, ma anche perché nelle ultime quattro partite hanno fatto a meno di un americano. Che questa squadra avesse qualità caratteriali di un certo tipo si era già visto in Supercoppa e di fatto oggi è una competitor per entrare nelle Final Eight di Coppa Italia”.

Sulla formazione prossima avversaria, coach Ramagli ha proseguito: “Definirei San Severo una squadra “livornese”, com’è nelle caratteristiche del suo allenatore, a me molto caro con il quale ho un rapporto davvero stretto. Una squadra tosta, intensa, difensivamente difficile da digerire, una squadra che produce quasi 18 palle recuperate a partita che compensano qualche limite di natura fisica, nel senso che non hanno lunghi di grande struttura. Però l’impatto difensivo di questa squadra è talvolta sorprendente e grazie a questo riescono a giocare una pallacanestro di alto ritmo e, a metà campo, una pallacanestro che coinvolge il loro terminarle offensivo principale, Ty Sabin. Un giocatore che ha svolto una carriera sotto traccia, sia a livello collegiale che in campionati europei meno blasonati che però sta avendo un impatto da vera stella. Una squadra in grande confidenza che si vede che ha una grande chimica e un grande trasporto emotivo quando gioca”.

Uff. stampa Scaligera Verona