Acciaierie Valbruna, rinviata la gara con Torino

L’attesa gara contro Torino, scontro importante per la salvezza, non ha avuto luogo. La situazione ha avuto una svolta  repentina venerdì sera durante l’allenamento di rifinitura delle Sisters, entusiaste  per la  bella vittoria ottenuta nel recupero infrasettimanale  di  mercoledì 15 dicembre a Vicenza.  I dirigenti di Torino hanno telefonato comunicando la loro intenzione di non disputare la partita, avendo rilevato un caso di infezione  Covid, che ha colpito una loro giocatrice e che forse ne ha coinvolte altre.  

In tarda serata  Legabasket femminile e Federazione Italiana Pallacanestro hanno  autorizzato lo spostamento della gara, concesso in via preventiva da parte di Pallacanestro Bolzano, allo scopo di tutelare tutte le giocatrici protagoniste della partita.   

Torino quindi  dovrà rispettare un periodo di isolamento, fortunatamente attutito a livello sportivo dalle vacanze natalizie. Per Bolzano un’occasione rimandata  per confermare i progressi sul campo visti nell’ultimo periodo. La partita contro Torino avrebbe avuto  numerosi punti di interesse. Sicuramente quello di valutare e limitare sul campo  i progressi palesati dalla squadra piemontese che, per mera sfortuna sabato scorso, ha perduto una gara già vinta a Ponzano, campo dove Acciaierie Valbruna Bolzano  aveva subito una  sconfitta limitata nel punteggio ma dolorosa nella sostanza.  

Altro punto di interesse  la presenza in casa torinese di una avversaria, Eva Giauro,  di m. 2.05, altezza  inconsueta  nel basket femminile, e quali adattamenti difensivi sarebbero stati studiati per limitarne l’impatto. Tutti  interrogativi che  troveranno risposta nel recupero concordato nel giorno della Befana,  giovedì  6 gennaio, data che precede la successiva e  proibitiva trasferta delle Sisters contro l’imbattuta Crema.

Coach Pezzi : “Avevamo il motore caldo, dopo la bella affermazione a Vicenza.  Volevamo giocare per centrare una vittoria che ci avrebbe regalato ulteriore coraggio e morale.  Ma per poter avere questa opportunità dovremo far passare tutte le vacanze di Natale, allenarci con energia  e poi lanciarci nel Nuovo Anno con grande entusiasmo e con maggiore determinazione. Veniamo da un periodo turbolento. Le circostanze ci hanno indotto a rescindere consensualmente il contratto a due nuove  giocatrici sulle quali contavamo molto, Miccio e Botteghi. Entrambe hanno avuto difficoltà di inserimento ed il loro atteggiamento non era  in linea con quanto auspicato e desiderato dalla Dirigenza bolzanina.  Abbiamo in breve tempo ridisegnato la squadra ed i minutaggi in campo ed anche il DS Grazioli si è attivato sul mercato  integrando  la rosa con una Atleta, Janette Guilavogui, che si sta inserendo molto bene nell’organico delle Sisters.  Il nuovo innesto ha portato maggiore forza vicino a canestro, oltre ad un aumento della pericolosità e della rapidità nelle azioni. Abbiamo ricominciato a correre in contropiede e la difesa  migliora di gara in gara.

Ancora coach Pezzi : “Dopo 10 partite posso stilare un primo bilancio.  Il Campionato ha un gruppo di squadre che frequentano i piani alti e che  per noi sono  difficilmente abbordabili.  Dall’ottavo posto in giù  ogni partita può invece riservare delle sorprese.  Nella nostra classifica mancano due  potenziali vittorie, una in casa contro Carugate ed una in trasferta contro Ponzano. Potevamo e dovevamo fare meglio.  Per il resto siamo stati sconfitti da squadre più forti di noi ed abbiamo vinto contro squadre alla nostra portata.  Il nuovo quintetto che schiero in questo periodo   Kuijt-Santarelli-Pellegrini- Guilavogui e Marcello  offre buone garanzie di velocità e di temperamento.  Il   rendimento sta crescendo parallelamente alla ritrovata condizione fisica di Kuijt, frenata nella prima parte del Campionato da un problema al ginocchio ed alla costanza di minuti in campo e di rendimento di Santarelli, punto di equilibrio della squadra.  Guilavogui e Pellegrini contribuiscono con la loro freschezza e rapidità ad uno sviluppo del gioco più diretto ed incisivo. In questo periodo ci stiamo anche gustando alcune belle prestazioni di Elena Sasso, che nella posizione di esterna pare sfruttare al meglio le proprie doti di tiratrice. Le note positive sono molte , come grandi sono ancora i passi da percorrere  per allineare tutte le giocatrici verso prestazioni di buon livello, sia  individuali che di squadra. Abbiamo un team giovane , completamente nuovo  ed alla ricerca di equilibri stabili sul campo. Forse ci manca  una giocatrice esperta e decisiva  in fase realizzativa, ci stiamo guardando attorno per  cogliere eventuali opportunità che il mercato dovesse proporre. Ad inizio stagione ci siamo posti l’obbiettivo di cercare la salvezza senza entrare nei playout.  Ad oggi non stiamo centrando questo sogno, ma cercheremo di realizzarlo con un bel girone di ritorno.”

Uff. stampa Pall. Bolzano